Arte

Toulouse-Lautrec: la belle époque all’Ara Pacis

Federico Turrisi
17 marzo 2016

1

Fino all’8 maggio è possibile visitare a Roma, presso il museo dell’Ara Pacis, la mostra “Toulouse-Lautrec. La collezione del Museo di Belle Arti di Budapest”. Oltre 170 litografie provenienti dalla capitale ungherese ripercorrono l’attività dell’artista negli ultimi anni della sua breve vita, dal 1891 al 1900. Protagonista assoluto della retrospettiva è il quartiere bohémienne di Montmartre, che costituì per Toulouse-Lautrec un’inesauribile fonte di ispirazione. Le sue opere ritraggono teatri, café-concert, cabaret, bordelli – ambienti di cui egli fu assiduo frequentatore – e sono popolate da ballerine, prostitute, cantanti, avventori: tutti personaggi delineati con tratti quasi caricaturali, ma analizzati con partecipazione umana e senza falsi moralismi.

2

Lautrec è ricordato soprattutto per essere stato il cartellonista di locali alla moda, tra cui il celeberrimo Moulin Rouge, per i quali realizzò numerose affiches, ossia manifesti pubblicitari. Per le sue illustrazioni elaborò un linguaggio figurativo essenziale e immediato, schietto e incisivo, finalizzato ad attirare l’attenzione dell’osservatore.

3

Considerato come uno dei più grandi artisti del tardo Ottocento, Toulouse-Lautrec fu un diretto e fedele interprete della vita mondana parigina durante la belle époque; egli seppe raffigurare in maniera lucidissima le contraddizioni di una società sospesa tra spensieratezza e malinconia, tra divertimento e noia. Un po’ come la nostra, forse.

Toulouse-Lautrec. La collezione del Museo di Belle Arti di Budapest
4 dicembre 2015-8 maggio 2016
Museo dell’Ara Pacis, Spazio espositivo Ara Pacis
Orari:  Tutti i giorni 9.30-19.30; la biglietteria chiude un’ora prima


Potrebbe interessarti anche