Motori

Traffico alla moda

Giorgio Merlino
25 settembre 2012

Sebbene mi scateni sempre una scarica di adrenalina presentarvi l’ultimo modello di una sportiva quattroruote o riportare le emozioni provate in sella al classico bolide, la settimana della moda di Milano è appena giunta al termine e non mi sento nella posizione di oscurarla in alcun modo.

Eleganti sfilate, sfrenati cocktail party e abiti ricercati sono la prima cosa cui pensare quando si tratta di fashion week, ma non per noi milanesi; il primo pensiero  che ci balena in testa per tramutarsi ben presto in pura angoscia è il traffico.
La città s’immobilizza, i clacson fanno da colonna sonora e raggiungere qualsiasi luogo pare un’impresa epica. Non staremo qui a ragionare sui motivi che portano a tutto questo o sulla disorganizzazione dell’urbanistica nelle città italiane, tutt’altro; vorrei invece rendervi partecipi di qualcosa che solo oggi sono riuscito a notare, e cioè che il traffico a volte può essere davvero sorprendente e addirittura divertente se affrontato con gli occhi giusti. Durante queste settimane modaiole, i più fortunati spalancano i box e regalano alla città una parata di auto da sogno, cui difficilmente si può assistere.

Una sfilza di lussuose Mercedes e Audi, rigorosamente di color nero, affolla Corso Italia in prossimità della prima sfilata del giorno: a questo punto ci è permesso sbizzarrirci nell’indovinare il modello esatto e approssimando pregi e difetti di ognuna. Durante la pausa pranzo, tra un panino e il caffè in Brera non è difficile imbattersi in una Lamborghini Gallardo o una Ferrari 458 Italia.


Raggiungendo il posto di lavoro puoi essere superato da una TT RS o affiancato da una MV Brutale 675 intenta in una sfida con l’ultima Yamaha R6.
É tuttavia quando il sole tramonta che inizia la vera festa, almeno per me, così è stato; grazie a un amico ho avuto la possibilità di girare sul sedile di una Maserati Granturismo S. coccolato dal ruggito del motore e assuefatto dal canto degli scarichi: la mia prima esperienza a bordo di un capolavoro tutto italiano è stata a dir poco indimenticabile.


Accontentarsi non è per niente all’ordine del giorno e durante questa frenetica settimana ho goduto di tutto questo “traffico” alla guida dell’ultimissima Classe A 200 CDI Sport, grazie a Mercedes. Dopo gli innumerevoli eventi organizzati da Mercedes e una campagna pubblicitaria fuori dal comune, la Classe A ha fatto il suo ingresso durante la settimana della moda come una vera Star. Ammirata da tutti e desiderata dai molti, il suo connubio tra lusso e sportività mi ha letteralmente conquistato.

Giorgio Merlino


Potrebbe interessarti anche