Advertisement
Beauty

Tutorial beauty: soft look by AlicelikeAudrey

Alice Venturi
14 gennaio 2014

Nasce oggi, su Luuk Magazine, un nuovo spazio esclusivo dedicato al make up: lo specchio di Alice, curato da AlicelikeAudrey che, in questa intervista speciale, ci dà qualche anticipazione:

1. Oggi lanciamo il primo video di “Lo specchio di Alice”, realizzato in esclusiva per Luuk Magazine. Il soft look è il punto di partenza anche nella vita di tutti i giorni per noi “donne comuni”, in che modo guiderai i nostri lettori attraverso le tue competenze di make-up artist?
“Sicuramente il make-up è una carta fondamentale da giocare per esaltare la femminilità e la bellezza naturale di ogni donna. In particolare quando si è stanche o stressate, alcuni piccoli trucchetti del mestiere ci possono – letteralmente – salvare la faccia! Non occorre passare ore davanti allo specchio e nemmeno avere una miriade di trucchi: i punti fondamentali sono
pochi ed essenziali e, ne “Lo specchio di Alice”, insegnerò passo passo a tutte le donne a prendersi cura di sé stesse.”

2. Seguiranno, nelle prossime settimane, altri appuntamenti con “Lo specchio di Alice” vuoi dare qualche anticipazione ai nostri lettori dei temi che tratterai in esclusiva per Luuk Magazine?
“Non voglio svelare troppo! Ma posso dire che parleremo di look per le occasioni speciali, capiremo insieme i vari tipi di pelle, quali sono le correzioni fondamentali dei difetti del viso e degli occhi e arriveremo anche alla forma perfetta per le sopracciglia… insomma cercherò di condividere con voi i trucchi del mio mestiere!”

3. Il tuo stile è molto naturale e il tuo modo di comunicare è sempre molto spontaneo; le beauty tutorialist sono diventate delle vere e proprie icone-guru, qual è il consiglio che ti senti di dare ai nostri lettori per mantenere intatta la propria personalità, anche in fatto di make up?
“Onestamente non credo che esista un consiglio vero e proprio su come mantenere intatta la propria personalità. Penso che tutto dipenda da come ci si pone all’inizio del “viaggio” e che cosa si vuole ottenere dalla nuova esperienza intrapresa. Io mi sono sempre posta come un’amica di coloro che mi seguono e sono rimasta tale, proprio come nella mia vita di tutti i giorni. Il consiglio che mi sento di dare a tutti è quello di non costruirsi un personaggio ma rimanere autentici e sé stessi, sempre.”

A cura di Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche