Advertisement
Motori

Tutta la grinta italiana su due ruote

Giorgio Merlino
21 febbraio 2012

Il primo appuntamento con la rubrica Motori di Luuk Magazine deve essere onorato ad ogni costo, inaugurandolo nel migliore di modi.
Le moto godono indubbiamente di maggior fascino e un certo mistero rispetto alle sorelle quattro ruote, sia tra i maschietti sia per il pubblico femminile. Proprio per questo motivo, apriamo la nuova rubrica illustrando le qualità di un’ospite eccezionale: parliamo della nuova Ducati 1199 Panigale.
Presentata all’EICMA, la Superbike tutta italiana ha subito ottenuto un grande successo; ciò che la rende in parte rivoluzionaria è la sua derivazione dal settore Ducati Corse, che trasferisce ogni aspetto tipico di una moto esclusivamente da pista sull’asfalto urbano.
Per quanto riguarda l’aspetto esterno c’è ben poco da dire: la Ducati ha sempre posseduto doti particolari per quando riguarda il design e anche questa volta non lascia certo a desiderare. Anzi, è riuscita quasi a superare se stessa; nessun dettaglio lasciato al caso, ogni aspetto è stato studiato alla perfezione, dal codino che comunica un’aggressività fuori dal comune, fino al display TFT a colori del dashboard.
Passando poi in rassegna il campo meccanico, posso permettermi di essere il più sincero possibile e devo quindi ammettere di non essere mai stato un grande amante del bicilindrico. Ma in questo caso sono costretto a ricredermi. All’intero della Panigale si nasconde infatti un motore da 194 CV per soli 164 kg di peso, il tutto reso possibile da un telaio monoscocca.
L’assistenza alla guida è garantita da tre diverse Riding Mode, capaci di supportare sette differenti tecnologie: ABS sportivo di ultima generazione, Ducati Traction Control (DTC), Ducati Electronic Suspension (DES), Ducati Quick-Shift (DQS), il nuovo Engine Brake Control (EBC) Ducati di derivazione sportiva e il Ride-by-Wire (RbW).
Le “Pirelli Diablo Supercorsa SP” (costose da sostituire ma certamente affidabili, garantisce l’esperienza personale) sono assegnate in dotazione a ogni versione della 1199 Panigale e questo offre un ulteriore, ottimo rapporto con l’asfalto.
L’arrivo sul mercato europeo è previsto per marzo, mentre nel resto del mondo bisognerà attendere qualche mese in più.
Per quanto riguarda il prezzo, sappiamo bene che la tecnologia e l’innovazione firmate Ducati non sono certo a buon mercato e possiamo rendercene facilmente conto.
La nuova moto sarà disponibile nelle versioni 1199 Panigale, 1199 Panigale S e 1199 Panigale S Tricolore. Chiavi in mano, il bolide parte da 19.190 Euro per la versione base, fino a 28.990 Euro per la versione S Tricolore.

 

Giorgio Merlino


Potrebbe interessarti anche