Advertisement
Beauty

Tutte pazze per le labbra degli anni ’90

Giovanna Lovison
8 gennaio 2016

1. LABBRA ANNI 90

Ogni stagione, si sa, ha le sue mode e, come spesso accade, si tratta di frequente di trend rispolverati dai decenni passati. Forse nessuno pensava che gli anni ’90 fossero degni di essere ricordati per il make up e, invece, se si tratta di labbra è proprio da lì che dovete trarre ispirazione per essere al top. Tonalità neutre ed opache che spaziano dal rosa naturale al più caldo beige pescato, passando per il marrone e tonalità più fredde che virano sul grigio, sono le più gettonate e sono proposte da tutti i brand. I finish più adatti sono quelli opachi o satinati e le tinte liquid-to-matte sono il non plus ultra. La matita per definire il contorno delle labbra, poi, è immancabile. Ma quali sono i rossetti e le matite labbra più adatti a ricreare il trend della labbra anni ’90?

2. LABBRA ANNI 90

M.A.C. Cosmetics è una risorsa inesauribile di alternative. Whirl è una tonalità di beige piuttosto freddo e grigio che può spaventare ma che incarna alla perfezione il trend ed è disponibile anche l’omonima lip liner. La matita labbra Soar, invece, è più rosata ma con sottotono neutro, sta bene sia da sola che con tantissime tonalità di rossetto ed è così amata da essere stata sold out per mesi e mesi. E’ diventata famosissima anche grazie al look delle sue labbra Kylie Jenner, sorella minore di Kim Kardashian e madre di una linea di prodotti per le labbra. I suoi Lip Kit By Kylie composti da matita e tinta opaca sono disponibili in tre colorazioni (Candy K, nude rosato, Dolce K, beige, e True Brown K, marrone scuro). L’unico difetto? Vanno a ruba in una manciata di secondi ed è difficilissimo accaparrarsene uno. Se volete un’alternativa davvero long lasting, scegliete la tinta Sephora Cream Lip Stain in 13: è di un bellissimo rosa mauve, neutro ma che si nota, sta bene a tantissime carnagioni e non secca le lebbra. Se il rosa freddo e tradizionale non vi sta bene, possiamo promettervi che questo vi farà innamorare. Il NARS Audacious Lipstick in Deborah, invece, è decisamente più caldo e ricorda un po’ il caramello, un po’ la cannella. E’ davvero sofisticato e sta benissimo sia che abbiate la carnagione chiara e sia che siate donne di colore. Quando una matita labbra è abbastanza cremosa può essere utilizzata da sola, sia per tracciare il contorno delle labbra, sia per riempirle. E’ proprio questo il caso della famosissima Charlotte Tilbury Lip Cheat in Pillow Talk che ha fatto innamorare tutte coloro che l’hanno provata. Si tratta di una matita morbida, che si asciuga e dura tantissimo e che ha un colore rosa nude universale, tale da renderla ottima anche per ridisegnare il contorno della labbra per ingrandirle un pochettino. Un must! Si chiama 1995 il rossetto di Gerard Cosmetics che rende in pieno l’idea di quelle che erano le labbra negli anni ’90. Scommettiamo che è così venduto proprio perché avrebbe fatto innamorare anche le Spice Girls? Se volete puntare su un marrone di media intensità, il Kiko Velvet Mat Satin Lipstick in 610 Rosy Brown è l’ideale: la componente marrone si nota ma in modo meno cupo perché il rossetto è mitigato da una leggera sfumatura rosata che lo rende irresistibile per tutti i giorni. Infine, un rossetto come lo Chanel Rouge Coco in Adrienne è perfetto se il trend vi piace ma avete le labbra talmente disidratate che utilizzare con serenità una formula secca e matte sarebbe impensabile. Adrienne è uno di quei nude non troppo rosati, non troppo pesca e non troppo beige che si adattano ad ogni carnagione e non è così chiaro da evidenziare eventuali pellicine. Con una matita da usare per contornare le labbra, il risultato sarà ugualmente impeccabile.


Potrebbe interessarti anche