Advertisement
Fashion

Tutti pazzi per il foulard

staff
22 giugno 2011


Chi di voi magnifiche donne eleganti non ha mai indossato un foulard? Penso che nessuna possa resistere al fascino che questo fazzoletto di seta, cotone o lana ci può regalare.
Indossato sulla testa come copricapo, intorno al collo, sulle spalle, annodato al manico della borsa, come cintura o anche semplicemente infilato nel taschino della giacca, il foulard è un accessorio simbolo di eleganza e femminilità. Le ultime tendenze lo consigliano di innumerevoli colori, o stampato con varie fantasie. Star del calibro di Rihanna, Katy Perry, Paloma Faith e Jennifer Lopez, hanno deciso di reinterpretare, in chiave moderna, la moda degli anni Sessanta di attrici come Audrey Hepburn, Sofia Loren, Grace Kelly, ma anche la first lady Jacqueline Kennedy Onassis, portando il foulard sulla testa ed annodato sotto il mento, spesso abbinato ad un paio di occhiali scuri.
Ha fatto parte delle collezioni di numerose case di moda prestigiose come Dior, Saint-Laurent, Chanel e Givenchy, senza dimenticare in Italia le fiorentine Gucci e Ferragamo, oltre che Roberta di Camerino.
Ma è stato sicuramente Hermès che lo ha reso immortale: dal 1937 la prestigiosa Maison ha creato più di 1000 fantasie, divise in 15 collezioni all’anno, in cui ogni disegno è declinato in 12 diverse combinazioni di colori, rendendo il carrè un must have indiscusso. Infatti provare l’ebbrezza di aprire la famosa scatola arancione e, tolta la velina, trovarsi davanti ai 90 centimetri di stoffa più intensamente desiderati della moda è il sogno di ogni vera fashion victim. Nel 2010 al Teatro Litta di Milano, Hermès e Glamour hanno organizzato un rendez-vous a sorpresa con le lettrici “J’aime mon carrè” incentrato sul famosissimo carrè. Un incontro diviso in due momenti. Prima è andata in scena una pièce – racconto, interpretata dall’attore Woody Neri e diretta dal regista Antonio Syxty: vestito da Cappellaio Matto, Woody ha ripercorso la storia del famoso carrè di Hermès e ha calato le lettrici in un’atmosfera magica e fiabesca. Poi c’è stato l’incontro con le stylist di Glamour impegnate in una Knotting Session tutta per voi: ovvero, vi hanno insegnato come annodare l’amatissimo foulard per uno stile street, dinamico e very, very cool.
In ricordo della serata, alle partecipanti è rimasta una foto di moda che le ritrae bellissime e trendy.
Per essere un po’ come Audrey in “Vacanze romane”, Grace Kelly a spasso con la borsa che ancora oggi porta il suo nome, oppure più semplicemente come delle novelle Bridget Jones su una decappottabile che immancabilmente ci scompiglierà i capelli, il foulard non può proprio mancare nei nostri guardaroba.

 

Arianan Bonardi


Potrebbe interessarti anche