Gossip

Tv: Bisio e Cortellesi lasciano Zelig

staff
7 giugno 2012

Claudio Bisio e Paola Cortellesi lasciano la conduzione di “Zelig”, il fortunato programma comico di Canale 5.
“Dopo tutti questi anni sento il bisogno di prendere una pausa, ricaricare le pile, studiare, sperimentare (fossi un docente invocherei il diritto all’anno sabbatico). Avrei voglia di potermi concentrare un po’ più sul cinema – spiega Bisio in una nota -. Mi manca il teatro, il luogo in cui sono (artisticamente) nato e che negli ultimi anni ho potuto frequentare poco. Vorrei tornare a fare il comico, come ho fatto per anni in un locale milanese chiamato Zelig da cui è nato tutto, anche la voglia di portare il cabaret in televisione”.
“Sono appena trascorsi quindici anni, non ricordo tutte le date, i numeri, le edizioni. Ricordo solo che quest’anno (all’inizio dell’edizione 2012) abbiamo festeggiato la centesima puntata in prima serata. Faccio l’attore da circa trent’anni, quindi Zelig è, in termini numerici, metà della mia vita professionale – prosegue -, in termini artistici è molto di più. Con Zelig ho imparato un mestiere nuovo e insieme a Gino, Michele e Giancarlo forse lo abbiamo addirittura inventato: è un bell’ibrido a cui sta stretta la definizione di conduttore, come quella di spalla e pure quella di showman, ma è tutte queste cose insieme più qualcos’altro”.
“Negli ultimi due anni ho lavorato con un gruppo che in poco tempo ho cominciato a considerare un po’ la mia famiglia. Ma nel nostro mestiere il cambiamento è linfa vitale e al termine di un viaggio lungo 27 puntate è naturale dedicarsi a nuove esperienze”, afferma la Cortellesi, che prosegue: “Tra tutte quelle fatte finora quella con Zelig è stata per me una delle più emozionanti. L’invito di Claudio ad affiancarlo per l’edizione 2011, due anni fa, mi ha spiazzata e lusingata. Mi sono tuffata in questa avventura con tanto entusiasmo e una buona dose di incoscienza. Non avevo il cabaret nel mio percorso teatrale, nè la conduzione in quello televisivo. Ma il bello di Zelig è che non rispetta questi schemi. Perche’ c’è tutto: ci sono i comici, diversi tra loro per stile e argomenti ma tutti accomunati da un immenso talento”.

 

Fonte: Italpress


Potrebbe interessarti anche