Leggere insieme

Uffa, che noia!

Marina Petruzio
12 marzo 2017

Certo è che visto così, sdraiato, con quel suo muso appoggiato sulle zampone conserte sembra proprio voler dire prendimi, portami con te! mi annoio moltissimo! È il piccolo orso protagonista di Uffa, che noia! di Henrike Wilson, primizia dell’anno da Beisler editore.

 

Potete immaginare una noia più noiosa di così? Una giornata uggiosa, il solito bosco, i soliti alberi, il solito ramo sul quale sdraiarsi. Sì, zampe a penzoloni, muso proteso sul nulla, tanto non succede niente di niente! Tutto verde. Una noia mostruosa, anzi, che dico, infinita!

Nulla da fare. Gli amici tutti affaccendati – vedi tu gli amici! -, Mamma Orsa con tutti quegli orsetti neppure ha tempo per te che forse sei il più grande, sebbene piccolo si intende! Uffa! Sì, uffa! È il caso di dirlo.

Potete immaginare una situazione più angosciante per un cucciolo?

Credo di no. Capita, di tanto in tanto, di dover attraversare la noia. Per mancanza di inventiva, per qualche pensiero storto, per il tempo o semplicemente per noia! Nulla ha smalto, tutto è scontato, nessuna attrattiva. Nulla da fare e nessuna voglia di fare.

Si vaga a zonzo, senza meta e senza voglie. La tristezza a volte è a un passo. In quella landa sperduta bisogna avere buoni occhi e tanto cuore per farsi forza e veder qualcosa. Ma sì! Quella cosa che non avevi visto prima anche se ci sei passato davanti e che ora vedi sfumata, con la coda dell’occhio, girando la testa nell’ultimo disperato tentativo di trovar qualcosa…Ma niente di niente.

 

E allora rallentare sino ad accucciarsi così, dove si è, raccogliersi un po’ su sé stessi, lasciar libera la mente, aspettare. E aspettare. E lì rimanere per tanto tempo.

Perché sembra che l’unico modo per combattere la noia sia annoiarsi. Ma non un po’. Molto. Annoiarsi da non poterne più. E rimanere lì abbastanza per poter tornare, come d’incanto, a guardare per vedere che nel frattempo qualcosa si è mosso.

Proprio mentre i pensieri di orsetto si fermano – Uffa, che noia! –  tre piccole formiche nere sudano e barcollano sotto il peso di una ghianda, grande, verde, pesantissima!

Una leggera brezza accarezza e gioca passando veloce. Prima qui, poi là, come un amico quando ti punzecchia con quella insolenza dispettosa che solo i compagni di gioco sanno avere. Però funziona. Eccome se funziona! Vedi? Ti sei mosso!

E magari muovendoti il tuo muso è finito là, tra le nuvole. Ma tu le hai mai viste le nuvole? Quando giocano tra di loro prendono forme incredibili. Così il cielo diventa veramente un bel posto per meravigliarsi: passano conigli, orsi, paperi…lo hai mai visto? Ti devi proprio annoiare tanto, mostruosamente, per veder questo spettacolo incredibile! Mica tutti ci riescono, sai?

Devi avere molta noia e molti occhi. E lì rimanere per tanto tempo, prima che un’idea si affacci, ti raggiunga, ti entusiasmi…e tu lì a tentar di spiccare il volo!

È un albo bello come solo le cose semplici sanno essere. La noia è palpabile come l’orso è accarezzabile, tanto è famigliare. Così indiscutibilmente orso da pensare che sia il proprio. Quello che sta là sul letto, muso tra le zampe, l’occhio a bottoncino fisso, ad annoiarsi prima che succeda…

Una storia che parte lenta proprio come la noia. Un tempo solo apparentemente vuoto che se scoperto cela meraviglie e ricchezze come la pazienza dell’attesa, lo stupore che può scaturire da un intorno immediato e pertanto conosciuto ma mai sino in fondo.

Per scoprire magari che si può volare e sorvolare per poi planare e ripartire, perché in fondo bastano due solide braccia e due robuste gambe, quattro zampe insomma. Una nuova traiettoria per trovare occhietti vispi e un amico, possibile compagno e poi seguire i voli di altri e poter sempre continuare a pensare che basta solo aspettare che qualcosa succeda. Perché qualcosa succede sempre.

 

 

Uffa, che noia!
Di e illustrato da Henrike Wilson
Traduzione dal tedesco di Alessandra Petrelli e Chiara Belliti
Edito Beisler editore
Collana Libri Pinguino
Euro 15,00
Età di lettura dai 3 anni


Potrebbe interessarti anche