Advertisement
Food

Un’ idea da veri Masterchef! Come ridurre gli sprechi in cucina e sensibilizzare il pubblico

Vanessa Gualtieri
20 febbraio 2013

É il talent show più seguito in Italia: la ventesima puntata, che ha decretato i 3 nomi dei finalisti, é stata vista da circa 900.000 persone. È il fenomeno culinario più diffuso della rete televisiva, uno spettacolo nello spettacolo. La seconda edizione di Masterchef si colloca prepotentemente tra i migliori programmi televisivi che Sky Uno abbia mai prodotto, appassionando centinaia di migliaia di italiani. Protagonisti indiscussi dello show i tre giudici, che con le loro pungenti critiche rendono memorabile ogni puntata.

Masterchef é uno show che punta alla ricerca delle eccellenze italiane nascoste; ne sono la prova i 3 finalisti: Tiziana (avvocato), Maurizio (pittore) e Andrea (informatico) e che è, egli stesso, un’eccedenza. Molti sono i programmi culinari televisi: “I Menu di Benedetta” su La7, la storica “Prova del Cuoco” su Rai 1 e “Cuochi e Fiamme” su La7d. Tanti, troppi, gli alimenti cucinati e sprecati. Alla domanda “dove finisce il cibo?” Masterchef da una risposta concreta: il Banco Alimetare.
Il Banco Alimetare é un associazione che recupera e riceve le eccedenze alimetari donate, distribuendole poi alle strutture caritative: oltre 170.000 persone mangiano grazie alle donazioni che il Banco Alimetare riceve ogni giorno.

L’intera industria alimentare, si è mossa, negli ultimi 5 anni, verso il concetto di sostenibilitá ambientale, che presuppone la riduzione degli sprechi sia della grande distribuzione dia nel piccolo consumatore. Il Barilla Center for Food&Nutrition (FCFN) ha indetto un concorso, il “BCFN Young earth solution”, per giovani studenti e ricercatori che ha come scopo lo sviluppo di un’idea che favorisca la sostenibilità nel settore agroalimentare. Tra le idee del 2012, Lucrezia Jalongo propone una soluzione per ridurre gli sprechi negli eventi con catering.

Che si tratti di un talent show “pluristellato” o che si parli di una realta domestica, l’importante è sensibilizzare il consumatore a prediligere la qualita alla quantita facendo scelte accorte e senza eccedere troppo, anzi se mai eccellere!

Vanessa Gualtieri

Vanessa ha due grandi passioni: l’architettura e la cucina. La prima è il percorso di una vita, il sogno nel cassetto. La seconda una gioia che si rinnova ogni giorno.
In questa rubrica propone news e curiosità che riguardano il mondo della cucina, con uno sguardo rivolto alle nuove tendenze.


Potrebbe interessarti anche