Advertisement
It Girls

Un istante di felicità, anzi 100

Carolina Molossi
14 aprile 2014

00

È domenica e come ogni ultimo giorno della settimana, ecco una fine e un nuovo inizio. In questo caso, a Milano, la fine è quella del Salone del Mobile e l’inizio è quello della mia tesi.
È sempre incredibile vedere la città che si traveste, che si anima, che si diverte. Complici le temperature miti, complici la natura che rinasce ed il sole che ti accompagna fino cena, Milano diventa un grande parco giochi fatto di design, creatività e angoli segreti da scoprire. Le strade e i quartieri di snodo del Fuori Salone sono fiumi di gente, macchine fotografiche e chiacchiere. A me vagare piace sempre, ma vagare durante il Salone del Mobile mi piace tantissimo.

03

Ad ogni sguardo c’è un idea da fare propria e, per i fanatici dell’immortalità come me, da fotografare. Per questo 100 Happy Days non poteva capitare in un periodo migliore: si tratta di un gioco, ma soprattutto di una sfida che non potevo non accogliere. Andando sul sito dell’iniziativa (www.happydays.com) le prime parole che si leggono sono queste: CAN YOU BE HAPPY FOR 100 DAYS IN A ROW?

01

Ho rigirato la domanda a me stessa chiedendomi se sarei stata in grado di riconoscere e apprezzare almeno un secondo di pura e semplice felicità ogni giorno della mia vita, per cento giorni. Mi sono risposta mettendomi in gioco e iscrivendomi al contest: ogni giorno bisogna postare una foto di un momento felice della giornata sul social che si preferisce.
È passata una settimana e ho mantenuto la promessa con me stessa. A rendermi felice un giorno è stato un cappuccino sotto il pergolato straripante di glicine di Sissi, un giorno vedere un cielo incredibile, oggi stropicciarmi tra le lenzuola più del solito solo perché è domenica e si può, anzi si deve.

04

Ho scoperto che non importa che cosa ti dà quella sensazione, ma che nella vita di tutti noi, ogni giorno, c’è un momento, anche solo un breve istante, di gioia pura. Basta saperlo vedere, riconoscerlo tra tutti i momenti no, coglierlo e non dimenticarlo.
E sono solo 7 giorni. Non vedo l’ora di scoprire cosa mi riservano i prossimi 93. Se volete viaggiare con me sto condividendo la mia avventura su Instagram (@carolinamolossi).
E voi, can you be happy for 100 days in a row?

Carolina Molossi

05

Come sostenere il Pane Quotidiano:
Su tutti i modelli per la dichiarazione dei redditi (Modello Unico, 730, CUD ecc.) compare un riquadro appositamente creato per la destinazione del 5 per mille.
Nel riquadro sono presentate tre aree di destinazione del 5 per mille. Scegli quella dedicata al “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale” (la prima in alto a sinistra).
È sufficiente la tua firma e il numero del Codice fiscale 80144330158 e la quota della tua imposta sul reddito sarà devoluta a sostegno delle attività del Pane Quotidiano.