Design

Un nuovo ingresso per il Van Gogh Museum di Amsterdam

Roberto Levati
19 febbraio 2016

Van Gogh Museum_02

Inaugurato nel mese di settembre dello scorso anno, il nuovo spazio del Van Gogh Museum di Amsterdam diventa l’ultima tappa di un programma di ampliamento che nell’ultimo decennio ha caratterizzato i principali musei della capitale, dallo Stedelijk Museum al Rijksmuseum.

Costruito nel 1973 per mano di Gerrit Rietveld, nel 1999 il museo era già stato protagonista di un intervento da parte dello studio Kisho Kurokawa Architect & Associates, chiamato a progettare una nuova ala destinata ad esposizioni temporanee, ed è lo stesso studio che nel 2014 pone le basi per la grande hall di ingresso, successivamente sviluppata e materializzata da Hans van Heeswijk Architects.

Il nuovo corpo si pone l’obiettivo di connettere le due ali preesistenti, completandole e facendole dialogare tra loro, offrendo ai visitatori un grande spazio accogliente e ben organizzato, ove poter iniziare al meglio la propria visita.

Il vetro fa da padrone, modellando la parete ricurva e la copertura concava che conferiscono allo spazio interno luminosità e leggerezza, anche grazie all’adozione di tecniche costruttive innovative e d’avanguardia.