Lifestyle

Un passo fuori: Chateau de Versailles

staff
25 novembre 2011


Quando si pianifica un breve viaggio a Parigi, poche persone dedicano una parte del loro soggiorno alla visita del Castello di Versailles, a causa della sua apparente lontananza dalla capitale.
Il castello, uno dei simboli della Francia, è di straordinaria bellezza: le sue rifiniture d’oro, l’immenso giardino e le incredibili mostre temporanee, lo rendono uno stupefacente gioiello alla vista del quale è difficile non rimanere rapiti. Tuttavia, non molte persone si rendono conto di quanto sia semplice da raggiungere e, per quanto il soggiorno generale a Parigi sia breve, della necessità di visitarlo assolutamente.
Il Chateau de Versailles si raggiunge prendendo la RER C, che è la versione parigina di un treno suburbano. La RER C attraversa tutta la città in senso orizzontale, e ferma quindi a molte fermate lungo il percorso. La nostra meta è molto più vicina di quanto si possa pensare: anche se molti siti web di pianificazione dei viaggi prevedono un tragitto di un’ora (questo è quello che ho visto quando ho controllato), posso dirvi che è a poco più di 40 minuti dal centro di Parigi. E che 40 minuti! La RER C attraversa dei villaggi bellissimi sparsi sul lato ovest di Parigi, e la vista è mozzafiato per tutto il tragitto, soprattutto se si è abbastanza fortunati da andare lì in una giornata soleggiata.
Una volta arrivati ​​a Versailles, arrivare al castello è molto facile: la passeggiata, lungo la quale si incrociano molti venditori di strada, volontari e guide turistiche che offrono i loro servizi, non dura più di cinque minuti. Una volta girato l’angolo su Avenue de Paris, vi renderete conto di quanto sia valsa la pena intraprendere questo piccolo viaggio.
Il castello di fronte a voi, in tutta la sua maestosa bellezza, vi toglierà il fiato. Tuttavia, ciò che ancora non sapete è che questa è solo la punta dell’iceberg.
Entrando nel cortile del castello, è possibile acquistare i biglietti sul lato sinistro dell’edificio, prima di farsi strada verso i giardini. Io li ho visitati in autunno e anche allora, senza fiori e con la maggior parte delle foglie che erano già cadute dagli alberi e dai cespugli, sono stato colpita dall’eleganza di quello che mi sono trovata di fronte: migliaia di cespugli e piantine tagliati con cura a creare fantastici mosaici e disegni sui prati ben tenuti. Inoltre, anche con migliaia di turisti, il giardino è così grande che non sembra affollato: in confronto, il castello sembra quasi piccolo!
Dopo una lunga passeggiata, è ora di entrare: con le sue suggestive decorazioni in autentico stile Settecentesco, il castello ha 2300 camere. La parte che può essere visitata è quella centrale, che il Re e la Regina usavano per mangiare, dormire, divertirsi e discutere. Le stanze più impressionanti sono senza dubbio la famosa Sala degli Specchi (Galerie des glaces) e le stanze da letto della coppia reale, rigorosamente separate.
Questa è solo un breve resoconto di quello che potrete ammirare, perché è veramente impossibile rendere giustizia a parole di una tale sublime meraviglia per gli occhi. Essendo, dunque, così vicino a Parigi, assicuratevi di visitare questo luogo incredibile per vederlo di persona.

Ilaria Maria Sofia Gilardini


Potrebbe interessarti anche