Advertisement
Musica

Un sostegno all’Emilia: il nuovo spettacolo delle bande per raccogliere fondi

staff
9 luglio 2012

Festival internazionale delle Bande Militari: si prepara il concerto di tutte le bande previsto per sabato 14 luglio alle 21.15 e che per la prima volta si terrà allo Stadio “A. Braglia” per raccogliere fondi destinati alle ricostruzioni in Emilia-Romagna. “La cornice dello stadio è una novità per il Tattoo modenese – commenta Aldo Sisillo, direttore del Teatro Comunale – ma è certamente la più diffusa per questo tipo di manifestazione, specialmente per quanto riguarda la tradizione spettacolare americana.” A questa forma si richiameranno nello specifico, altra novità assoluta per il Festival, due bande civili appartenenti al Drum Corps, una disciplina artistica e sportiva che coinvolge musica, movimento, danza e teatro con una forte componente di intrattenimento. I complessi, fra i migliori in Italia, saranno quelli della banda della Besana e della Mosson di Vicenza, campione italiano alla Marching Parade Competition di Monza 2009. “I gruppi sono caratterizzati da un altissimo livello di qualità tecnica, e devono essere in perfetta sincronia” racconta Agostino Molinari, direttore del festival di San Felice sul Panaro E la banda passò… che quest’anno presenta i complessi in collaborazione con la manifestazione modenese. “Lo show viene curato in ogni minimo particolare durante le prove invernali per presentare al pubblico uno spettacolo ogni anno unico, emozionante e ricco di sorprese.” Non mancheranno le novità anche per quanto riguarda le bande militari, fra le quali spicca la partecipazione dei trenta cavalli bianchi del IV Reggimento dei Carabinieri che in questi giorni a Roma stanno perfezionando un carosello studiato appositamente per il loro intervento allo Stadio. Ad esibirsi saranno anche la Banda dell’Esercito tedesco di Ulm – con un programma che andrà dai brani del repertorio popolare internazionale, come Malaguena, a una marcia dei tempi di Federico il Grande –, le celeberrime Life Guards della corona inglese e il complesso della Polizia Reale della Malesia accompagnato da una interessante performance di danze tradizionali. “In una stessa serata il pubblico vedrà una combinazione dei momenti più importanti degli spettacoli di apertura e chiusura del Festival che tradizionalmente si tenevano in Piazza Roma – anticipa Stefano Monti, regista dello spettacolo -, con la cerimonia di inaugurazione, l’esecuzione degl’inni nazionali e la presentazione delle singole bande. I gruppi usciranno quindi uno alla volta per dar vita ognuno al proprio carosello. Poi ci sarà il momento più suggestivo e spettacolare, in cui tutte le bande schierate, circa trecento elementi, eseguiranno un programma di brani di assieme. Quest’anno sarà anche l’occasione per un interessante confronto fra la dimensione civile e quella militare del mondo bandistico.”

 

Marcella Di Garbo


Potrebbe interessarti anche