Advertisement
Biennale di Venezia 2011 Cinema

Una calda domenica al Lido

Giorgio Merlino
4 settembre 2011


La domenica è considerata un giorno di riposo ma l’atmosfera del Festival di Venezia sembra più surriscaldata che mai; buona parte del merito è da attribuire all’attore Michael Fassbender, protagonista di “Shame” del regista Steve Mc Queen.
Il film, che tratta le vicende di un trentenne Newyorkese incapace di gestire la propria vita sessuale e aveva attirato da mesi verso di se accese discussioni su un possibile nudo integrale, è stato presentato oggi in concorso. Questa volta le previsioni (a differenza del film “Un été brulant”) si sono viste confermate; oltre ad una forte presenza di sequenze a sfondo sessuale, Michael concede tutto se stesso alle telecamere.
Ad aumentare ulteriormente la temperatura ci pensano le luci dei mille flash puntati su Al Pacino. La prima del suo nuovo progetto “Wilde Salome” è prevista per stasera; durante la conferenza stampa di questo pomeriggio l’icona italo-americana, preso dalla passione, è addirittura stato richiamato per le risposte troppo prolisse.
Come lo stesso attore-regista ha comunicato, il lungometraggio non può essere considerato un film, ne un documentario e neppure un’opera teatrale. È una fusione di elementi in cui ha riposto tutto se stesso, un progetto durato anni, abbandonato e poi ripreso, senza una vera traccia o un copione, il risultato di una vita.
Come se la prima del proprio film non bastasse, Pacino riceverà stasera il “Jaeger-Le Coultre Glory to the Filmaker 2011” dedicato ad un artista che ha lasciato un marchio originale al cinema contemporaneo.
Con oggi la mostra sembra aver completato una prima fase; si, perché è proprio nei prima quattro giorni che sono state incentrate le proiezioni di maggior interesse mediatico, in vista della partenza del Festival di Toronto.
Tra i film proposti fino ad ora, alcuni hanno fatto piangere, altri ridere e altri ancora stimolato la ragione ma nessuno sembra aver colpito in modo particolare il pubblico e la stampa.
Non può esserci alcuna previsione sull’esito finale ma il tragitto è ancora lungo e i registi in programma promettono allettanti sorprese.
Il giorno è dedicato al lavoro ma quando il sole scompare è il momento di divertirsi.
Per le nostre star è d’obbligo un tranquillo aperitivo sui tavolini dell’Hotel Excelsior, mentre a serata inoltrata ha inizio il vero e proprio party come quello organizzato ieri nel Sestiere San Paolo in onore del regista Soderberg.
Almeno per questa domenica l’evento speciale non si limiterà al Lido perché poco distante, nell’autentica Venezia, avrà luogo la classica Regata Storica; chissà se le nostre celebrità se la perderanno.

 

Giorgio Merlino


Potrebbe interessarti anche