Advertisement
Design

Una conchiglia gigante in mezzo al Messico

Davide Chiesa
14 ottobre 2014

nautilus1

I confini della Bioarchitettura sono sempre mutevoli, e si assottigliano ulteriormente di fronte a progetti che prendono vita da materiali e forme che si rifanno in senso stretto a quelli della natura. Lo sa bene l’architetto Javier Senosiain di Arquitectura Organica che, ispirato da sempre dal lavoro di Antoni Gaudí e di Frank Lloyd Wright, ha costruito a Città del Messico un nuovo ed inatteso esempio dell’idea che gli edifici basati su principi naturali e forme organiche ci riportino alla storia locale, alle tradizioni e alle radici culturali, creando armonia con la natura.

nautilus2

Nautilus House nasce da un’esigenza sempre più impellente nella nostra società moderna: una giovane famiglia con due bambini era stanca di vivere in una casa tradizionale e voleva acquisire un contatto più diretto con uno stile di vita a misura d’uomo.
Il risultato di questa insolita bioarchitettura è una conchiglia gigante, colorata e sinuosa, dove la flessibilità degli spazi, studiati in base alle esigenze degli occupanti, si fonde con il paesaggio naturale, che entra letteralmente all’interno della casa con giardini pensili, tetti verdi e addirittura un piccolo corso d’acqua.
L’utilizzo di materiali di costruzione tradizionali quali cemento, terra, legno, laterizio e calcestruzzo, si accompagna ad un rivestimento particolare con una miscela di ceramica spruzzabile che ha reso la costruzione completamente ignifuga, facile da manutenere, priva di sostanze nocive volatili ed estremamente flessibile nella disposizione delle superfici.

nautilus3

Le vetrate colorate presenti in tutti gli ambienti forniscono di luce naturale filtrata ogni angolo della casa, dal living alla zona notte, dalla cucina ai servizi; tutte le stanze, infatti, godono di un affaccio diretto all’esterno.
Sicuramente Nautilus House rappresenta un esempio di bioarchitettura unico nel suo genere e adatto solo a particolari collocazioni geografiche, ma questo aspetto non contrasta con i principi di questa filosofia costruttiva che trae la sua forza proprio dai concetti di rispetto del paesaggio e di utilizzo di materiali locali; ne consegue che ogni area geografica ha la possibilità di sviluppare modelli abitativi indipendenti adatti a quella particolare situazione.
Un ulteriore modo di rispettare l’ambiente ed integrarsi serenamente con esso.

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com


Potrebbe interessarti anche