Biennale di Venezia 2011 Cinema

Una giornata piena di sorprese a Venezia

Giorgio Merlino
1 settembre 2011


Sono tre i film che, all’interno del vasto programma della seconda giornata del Festival di Venezia, hanno suscitato un maggior interesse da parte del pubblico e della stampa.
Il primo a essere stato proiettato stamani presso la sala Grande del Palazzo del Cinema è “Carnage” del regista Roman Polanski. Si tratta di un adattamento cinematografico dello grande successo teatrale “The God Of Carnage” di Yasmina Reza, che vede protagoniste due famiglie in uno stravagante “incontro” in seguito alla rissa tra i figli undicenni.
Polansky ha deciso di mantenere immutato lo svolgimento in tempo reale dello spettacolo, in 90 minuti ininterrotti e senza cambio di location. Per affrontare l’ardua impresa, il regista si è circondato di un cast stellare; stiamo parlando dei tre premi Oscar Kate Winslet, Christoph Waltz, Jodie Foster e John C. Really (unico senza statuetta, ma che tutti ricorderanno per le sue innumerevoli commedie). Il risultato è sicuramente quello previsto, una bella e soprattutto piacevole commedia “tragica”.
Dopo la discussa passeggiata intrapresa da Madonna per raggiungere il Red Carpet della serata di apertura, è stato presentato oggi il suo nuovo film “W.E.” (fuori concorso). Come già si era notato, la stravagante diva propone la storia di Wallis Simpson, l’elegante divorziata americana di cui Edoardo VIII si innamora, in parallelo alla vita di una moderna Wally Newyorkese. Curato nei minimi dettagli visivi, al tal punto da ricordare uno spot televisivo d’alta moda, il film manca di contenuti veri e propri e la reale storia della Simpson rimane espressa a grandi linee.
Altro in corsa per l’ambito Leone d’Oro era “Un été brulant” del regista Phiippe Garrel con Monica Bellucci. Il largamente discusso “nudo” dell’attrice si è rivelato evidentemente un’abile mossa per promuovere il film; nulla di sconvolgente e soprattutto lanciato dopo due soli minuti dall’inizio. Se i produttori speravano di salvare il film con le “gambe” della Bellucci si sbagliavano di grosso, sono riusciti solo a procurare esodi dalla sala e fischi di generale sconforto.
I cosiddetti “star-watchers” saranno lieti di sapere che i loro amati divi sono soliti concedersi un classico aperitivo veneziano sulla terrazza dell’ Hotel Excelsior; tra quelli di oggi i più fotografati erano il giovane Riccardo Scamarcio e Valeria Marini.

 

Giorgio Merlino


Potrebbe interessarti anche