Leggere insieme

Una notte da…leprotti!

Marina Petruzio
1 ottobre 2016

9788897737841_0_500_0_75

LO editions continua con Una notte da…leprotti di Kathrin Scharer, illustratrice e autrice svizzera, l’ormai tradizione, e punto di forza della casa editrice, di belle storie per l’infanzia.

Certo, vista così fa un po’ paura.

1

Furtiva si avvicina…e spalanca le sue grandi fauci.

Eh si! Cielo che volge al buio della notte, piccole stelle che cominciano a brillare e una volpe rossa, astuta, affamata – sembra che le volpi non riescano a saziarsi mai! Incontrarla proprio ora che si fa buio non piacerebbe a nessuno. Ma…

2

“FERMO! NON MANGIARMI!”, grida il Leprotto.

Questo il primo colpo di scena, vera caratteristica di quest’albo dove l’autrice, per passare da un fatto all’altro, in un veloce cambio di situazioni, alterna pagine con illustrazioni a tutto campo, con primi piani vicinissimi, dove il lettore si trova dentro la scena a stretto contatto con i protagonisti, a pagine divise in riquadri dove la sequenza scorre come i fotogrammi della pellicola in un film.

3

Il Leprotto, dopo che uno stuolo di ingenui parenti è finito divorato da quei denti aguzzi, si è fatto furbo, nonostante sia un bel po’ in difficoltà lassù in cima alla collinetta – non ricorda più dov’è la sua tana, come è arrivato sino a lì –  in quel luogo lontano lontano – appunto! – dove le Volpi e le Lepri…si danno la buonanotte! Piccolo genio!

Basta avere orecchie tese e prontezza di riflessi e la Volpe anche se rossa è gabbata!

Altro che spuntino genuino! Il Leprotto convincerà la Volpe che in quella terra di mezzo sulla quale si trovano vige una sorta di arimo tra volpi e leprotti, che invece di rincorrere e scappare si augurano in pace e serenità la buonanotte.

Sì, però per farlo bisogna raccontare una storia, eh…Quella della buonanotte!

E sia! Scaltra la Volpe inizia il suo racconto che finisce con un preoccupante e poi se lo mangia!

Eh no! Non funziona così, dopo la favola fauci serrate, i piccoli vanno messi a letto e rimboccate le coperte – Leprotto in azione!

4

Detto fatto: ancora una volta la Volpe, con la prospettiva di aumentare esponenzialmente i bocconcini da uno a tre, quattro, cinque!, si carica in groppa il Leprotto e naso a terra lo condurrà nella sua tana.

Altre fauci e un musetto furbescamente divertito…ma cosa è successo alla Volpe una volta arrivata nei pressi della tana, entrata e aver messo a letto rimboccando bene le coperte al piccolo leprotto? Non lo si può indovinare, i colpi di scena e le scaramucce furbesche tra i due si susseguono con umorismo e fantasia. Quello che è certo è che è una storia buffa sì, ma con un po’ di suspence: farsi condurre a casa da una volpe…farla entrare nella tana…e se nella tana ci fossero anche gli altri, dico, il resto della famiglia?

5

I musi rilassati e – fateci caso – sorridenti di tutti i protagonisti rammentano che suspence e schieramenti per solidarietà e simpatia non distraggo dallo scopo finale…questa è una storia della buona notte, con tanto di rimbocco di coperte!

 

Una notte da Leprotti
di e illustrato da Kathrin Scharer
Tradotto Pietro Jellinek
Editore LO editions
Euro 14,00
Età di lettura per tutti


Potrebbe interessarti anche