Motori

Una settimana con la Harley Davidson Forty Eight

Davide Stefano
10 giugno 2014

Arrivano momenti nella vita in cui bisogna scegliere il proprio futuro, in tutte le sue sfaccettature. É il momento della scelta dello stile di vita, dell’abitazione e, perché no, anche della propria moto.

Quando ci si accosta alla decisione di acquistare una Harley-Davidson bisogna essere consapevoli che non si sta comprando una semplice moto, bensì uno stile di vita. Certo, non uno stile di vita come quello mostrato in Easy Rider (con persone violente, scorribande e rivalità di gruppo), bensì un modus vivendi fatto di viaggi, andature lente, barbe un po’
incolte, giacchette di pelle e, sopratutto, la capacità di farsi sentire e riconoscere da lontano grazie al suono e al design vecchio stile unito alla tecnologia moderna, come ad esempio l’utilizzo di codici e chiavi elettroniche per l’accensione.

02

Uno dei modelli “entry level” è la Forty Eight che, insieme alla 883, rappresenta la moto più venduta dalla casa di Milwaukee in italia.

Il modello che ho avuto la fortuna di provare era dotato di accessori ideali per la Forty Eight: lo scarico diretto, che offre un suono potentissimo, in grado di reggere il confronto con un organo di chiesa, grazie anche al grosso bicilindrico da 1.2 litri, è accoppiato a un doppio scarico che garantisce un’estetica piacevole. Si unisce il Drag Bag, un manubrio “dritto”, d’obbligo su questa moto e capace di offrire una posizione di guida con cui divenire un tutt’uno con la moto, quasi sdraiato su di lei.

04

Il design offre i parafanghi accorciati e il monoposto con l’assenza del sedile passeggero (optional), oltre agli specchietti rovesciati e al serbatoio con la verniciatura Hard Candy Custom.
In generale l’estetica di questo modello è impeccabile: notevole il telaio nero e, soprattutto, si distinguono molti particolari di qualità come le leve, la sella e i serbatoietti del liquido.

05

Girare con la Forty Eight è un piacere perenne, ancor più evidente in questo periodo, con l’arrivo dell’estate. Il desiderio di vagare senza metà precisa aumenta ogni giorno sempre di più, lasciandosi alla spalle ogni costrizione. Così la Harley-Davidson Forty Eight, in fondo, altro non è che la “terapista” di ogni vero biker.

Davide Stefano


Potrebbe interessarti anche