Beauty

Venezia: get the beauty look

Barbara Micheletto Spadini
29 agosto 2014

Il Lido è decisamente in fermento per la 71esima Mostra del Cinema di Venezia: dal 27 agosto al 6 settembre sfilano sulle passerelle e sui red carpet le attrici italiane e straniere che, con i loro look, saranno al centro della kermesse e dell’attenzione mediatica. Luisa Ranieri, madrina della manifestazione ci ha già conquistato con la sua bellezza dal sapore retrò, rivisitato in chiave moderna. A celebrare il connubio tra bellezza e cinema c’è per il settimo anno consecutivo L’Oréal Paris, sponsor e make-up ufficiale della manifestazione.

Simone Belli 71.Mostra Venezia

Tra una sessione di trucco e l’altra, Simone Belli, il national make up artist di l’Oréal Paris Italia alla guida di uno strepitoso team che lavora in tandem con lui, ci concede una generosa intervista in esclusiva.

Quali sono i focus di questa 71esima edizione del Festival del Cinema di Venezia?
Ogni red carpet ha un suo codice e un suo linguaggio. Il nude look rimane uno dei punti fermi per la realizzazione dei make-up, ai quali si associa il codice della seduzione che passa attraverso le labbra e lo sguardo. Il vero focus di quest’anno sono le labbra, che esprimono un’allure ben precisa, la volontà di affrontare il red carpet in modo glamour, seducente ma anche coraggioso.
Il make up delle labbra realizzato per Bianca Balti è stato pensato come un accessorio, un gioiello. L’ispirazione di una bocca quasi stampata, molto materica e vellutata come una rosa è arrivata dall’abito e dai suoi ricami preziosi.

Come si ottiene un make-up perfetto come quelli che vediamo sfilare ogni anno a Venezia?
La pulizia nel trucco è fondamentale – e non mi riferisco alla pulizia dei pennelli – ma alle sfumature che devono essere precise, quasi pittoriche. A questo si associa una ricerca continua di perfezione ed emozione. Non sono un riempitore di superfici, amo il make-up che rende ogni donna unica e la fa sentire felice.
Vorrei sottolineare l’importanza del mio team di make-up artist L’Oréal Paris a Venezia, che è strepitoso! La loro professionalità e il loro impegno sono fondamentali per raggiungere i risultati che vedete ogni giorno sul red carpet.

Torniamo per un attimo alle labbra di velluto di Bianca Balti.
L’effetto velluto delle labbra di Bianca Balti è creato attraverso un mix di prodotti: matita per le labbra, cipria e rossetto. Il risultato finale deve essere assolutamente perfetto. Il trucco occhi è destrutturato per permettere alla bocca di essere la protagonista assoluta. Il solo make-up delle labbra ha richiesto venticinque minuti di lavoro ma la botta emozionale finale è stata impagabile!

L’incarnato, che tu ami definire come una “tela bianca”, deve essere naturale anche e soprattutto sul red carpet, quali sono i prodotti must have per esaltarlo?
L’incarnato deve essere sempre naturale, luminoso e trasparente. L’effetto e la coprenza possono cambiare utilizzando per esempio Eau de Teint (per Bianca Balti e Liya Kebede) o Infaillible (per Luisa Ranieri), ma il risultato deve essere sempre molto pulito, quasi pittorico.

lips code by Color Riche

Com’è nata la limited edition Lips Code by Color Riche, ideata per la 71esima Mostra del Cinema di Venezia?
L’ispirazione di questa collezione nasce nei mercatini e nei negozi di tessuti. Un viaggio tattile e olfattivo che ha dato alla luce cinque nuovi colori da red carpet per vestire le labbra delle celebrities con eleganza e stile. Toccare i tessuti con gli occhi chiusi, respirando il profumo delle mercerie, ha aperto nuovi scenari inediti. Ho pensato a labbra trasparenti come il tulle, sofisticate come il velluto, eleganti come la seta, futuriste come la pelle e glamour come lo smoking.

Quali sono le tue fonti di ispirazione?
L’arte e le discipline pittoriche sono sempre al centro delle mie ricerche. Penso alle luci e ombre di Caravaggio, alla matericità del colore di Van Gogh, all’armonia delle donne di Tamara de Lempicka.
Il mondo del trucco è l’altra mia grande fonte ispiratrice. Quest’estate la mia anima di ricercatore quasi feticista mi ha portato a Londra in giro per i mercatini e i negozi di make-up alla scoperta di tutto ciò che c’è di nuovo. All’estero il mondo del colore, penso per esempio alla tavolozza dei fondotinta, è interpretato in tutte le sue sfumature, mentre in Italia siamo ancora fermi sulle tonalità intermedie.

Emozione e creatività sono due elementi che caratterizzano fortemente il tuo percorso umano e professionale. Ci regalerai qualche “effetto sorpresa” per questo Festival? Penso ad esempio alla bocca glaciale di Eugenia Costantini dell’anno scorso…
Penso e spero di si! Posso dire che, mentre dietro il make-up di ogni attrice c’è un lungo lavoro di studio e ricerca, il tocco finale si partorisce al momento, non può essere pianificato perché il pensiero annulla la creatività.

Get the look

look 1

Bianca Balti
Rigoroso e sofisticato, con labbra rosso vellutate, il make-up di Bianca punta tutto sulla bocca e sugli occhi. L’incarnato, nella tonalità biscotto, è trasparente e luminoso. Gli occhi, nel tono del bronzo freddo, donano leggerezza e luminosità. Ciglia lunghe e materiche.
Prodotti: Eau de teint 150, BB Powder Dark, le Blush Accord Parfait 115, Ciglia finte farfalla nero, Color Riche l’Ombre Pure Quarz fumé 502, Lips Code by Color Riche 297.

look 2

Liya Kebede
Solarità e minimalismo assoluto per il makeup di Liya. Pelle ambrata con riflessi dorati, zigomi scolpiti con pennellate di terra bronzea ed occhi lievemente bordati.Concettuali e prive di colore le ciglia sono le vere protagoniste.
Prodotti: Eau de teint 170, Glam bronze Maxi terra 4, Volume milioni di ciglia So Couture, Super Liner MatMatic Ultra black, Lips Code by Color Riche 231.

look 3

Alessandra Mastronardi
Freschezza e magnetismo codificano la bellezza di Alessandra, donando alla pelle luminosità e trasparenza e puntando, per gli occhi, ad un elegante mix di sfumature nero bronzate.
Blush a pomette nei toni del rosa intenso e labbra naturali.
Prodotti: BB Cream Medium, Mega Volume Collagene 24 Nero, matita le Kajal by Color Riche Black, Color Riche L’Ombre Pure Quarz Fumé 502, Color Riche 116.

look 4

Luisa Ranieri
Un mix di evocazioni per il look di Luisa Ranieri. Dal sapore retrò, ma con una ricercata codificazione contemporanea, il make-up si esprime tutto sugli occhi rigorosi: materici ed enigmatici, sono gli assoluti protagonisti. Sofisticatezza botticelliana per labbra e pomette.
Prodotti: Infaillible 24h 240, Glam Bronze Maxi terra 1, Color Riche L’Ombre Pure Noir c’est noir 100, L’Extraordinaire by Color Riche 100.

Credits: L’Oréal Paris Lips Code by Color Riche Simone Belli national make up artist L’Oréal Paris


Potrebbe interessarti anche