Psicologia

Venirsi incontro nelle relazioni in 6 passi

Lucia Giovannini
10 luglio 2014

Lucia Giovannini credits foto Stefano Martinelli

Il compromesso, intenso come la volontà di venirsi incontro, è un elemento fondamentale di qualsiasi tipo di relazione, che sia con il partner, i familiari, gli amici o i colleghi di lavoro.
Avere delle discussioni ogni tanto è normale in ogni rapporto. Ognuno di noi ha il proprio modo di pensare, fatto di convinzioni, credenze e valori. Il problema è quando le discussioni degenerano, ci irrigidiamo e di conseguenza ci allontaniamo, rischiando di rovinare i nostri rapporti con gli altri.

Ecco come venirsi incontro nelle relazioni in 6 passi.

1. Non cercare di avere sempre ragione
A volte può capitare di pensare che il nostro punto di vista sia quello più giusto ed ecco che ci irrigidiamo nelle nostre posizioni e rendiamo il terreno fertile per litigi e discussioni. Il problema?
Ognuno di noi cerca di avere ragione e, senza rendercene conto, sprechiamo tempo ed energie. Ma preferiamo avere ragione o essere felici? Abbiamo per forza bisogno di dimostrare alle persone che hanno torto invece che permettere loro di essere diverse da noi? Come scrivo in Mi Merito il Meglio anziché lottare per la ragione, non è meglio ricordarci che abbiamo entrambi ragione e focalizzarci su come trovare una soluzione che tenga conto di tutte le interpretazioni possibili per una stessa situazione?
Pensa a un recente conflitto che hai avuto: come cambiano le cose se guardi la situazione dal punto di vista dell’altro?

2. Per-dona e lascia andare
Attaccarsi al passato, agli errori commessi e alle ferite che qualcuno può averci inflitto significa trascinarsi dietro una zavorra emotiva che ci impedisce di essere sereni e affrontare con lucidità le discussioni. Una volta terminata la violenza o l’abbandono è proprio il nostro attaccamento a farne un problema, facendo rivivere quelle esperienze nel pensiero non una, ma mille volte. Come scrivo in Tutta un’Altra Vita, perdonare non vuol dire giustificare chi pensiamo ci abbia fatto del male, ma lasciare andare il carico emotivo. A cosa serve continuare a portare addosso i pesi di ciò che è accaduto? Non possiamo muoverci verso il nuovo se siamo trattenuti dalle vecchie catene. Perdonare significa curare le ferite riportate con un balsamo composto da accettazione, pace e amore per noi stessi. È in questo modo che facciamo un grande dono a noi stessi e facciamo di nuovo spazio nel nostro cuore.
È solo così che ci diamo finalmente il permesso di andare avanti verso la nostra visione, che si tratti di un nuova relazione, un nuovo lavoro, una nuova opportunità.

3. Ripensa alle tue aspettative
Portare avanti una discussione solo “per principio”, ma non perchè siamo realmente interessati alla questione in sè capita più spesso di quanto pensiamo.
Riuscire a mantenere la calma anche quando gli animi si scaldano ci permette di essere più consapevoli delle nostre emozioni e dei nostri bisogni ed evitare litigi per qualcosa che, in fondo, non vogliamo veramente.

4. Sii aperta/o al cambiamento
Accettare un compromesso significa anche passare all’azione e avere la volontà di cambiare ciò che deve essere cambiato. Il rischio è, altrimenti, che quelle che abbiamo detto rimangano solo parole e promesse teoriche senza alcun riscontro nella realtà.

5. Condividi le tue emozioni
Scendere a compromessi non significa tradire le persone che siamo, i nostri valori o le nostre credenze. Comunica chiaramente quello che provi in determinate situazioni e ascolta quello che gli altri hanno da dirti. Attenzione però a non esagerare, soprattutto nel contesto lavorativo. Mantieni un atteggiamento professionale, assicurandoti che la tua voce sia ascoltata in modo forte e chiaro.

6. Sii aperta/o mentalmente
È importante mantenere un’apertura mentale, non solo in caso di compromessi, ma in tutte le nostre interazioni. Lasciare andare il bisogno di avere ragione ed essere aperti al cambiamento potrà evitarci delle discussioni in futuro e consolidare ancora di più i nostri rapporti con gli altri.

Liberamente adattato da Life Hack

Esercizio di chiusura per i lettori di Luuk Magazine: fai chiarezza
Spesso non abbiamo nemmeno chiaro noi cosa vogliamo davvero da una relazione, quali sono i pilastri, i valori importanti per noi, che tipo di accordi vogliamo che siano rispettati da entrambe le parti, sia che stiamo parlando di relazioni lavorative che sentimentali.
E questo non fa altro che portare confusione e malintesi.
Un ottimo passo è creare la propria “carta delle relazioni” in cui scriviamo cosa è importante per noi in una relazione. Questo serve per noi a fare chiarezza e magari anche per gli altri per poter conoscere e decidere insieme in maniera aperta e chiara le regole del gioco.

Testo di Lucia Giovannini a cura di Barbara Micheletto Spadini
Credits foto Stefano Martinelli


Potrebbe interessarti anche