A modo mio

Ricetta della settimana: verzini alla lombarda

Raffaella Mattioli
19 novembre 2015

image-17-11-15-03-33

Un tipico piatto della cucina milanese, composto di carne trita già cotta, che si usava preparare con ciò che rimaneva del bollito, altro piatto della tradizione, immancabile sulle tavole lombarde. Io vi propongo una versione contaminata, perché la salsiccia viene sostituita dalla toscanissima finocchiona per dare un sapore leggermente differente, pur rimanendo molto gustoso.

Ingredienti per 4 persone:
1 verza media
400 gr. di carni miste cotte (quelle che preferite)
80 gr. di finocchiona
80 gr. di parmigiano
2 michette di pane
1 bicchiere di latte
1 uovo
prezzemolo
30 gr. di burro
½ bicchiere di vino bianco
Olio, sale e pepe q.b.

Tempo di preparazione: Se le carni sono già state cotte, 20 minuti.

Procedimento:
Se dovete cuocere apposta le carni, vi consiglio di farle bollire, così potrete usufruire di un gustoso brodo. Altrimenti, se sono già cotte, tritatele finemente con la finocchiona, aggiustando di sale  e pepe, per poi aggiungere al composto le michette, fatte ammollare nel latte e strizzate, il prezzemolo tritato, il parmigiano e l’uovo sbattuto.
Dopo aver mischiato gli ingredienti, formate delle polpette ed avvolgetele con le foglie di verza precedentemente sbollentate in acqua, così da formare dei pacchettini da chiudere con lo spago.
Disponete dunque i verzini in una padella con il burro o l’olio, fateli dorare e quindi aggiungete il vino bianco; coprite e fate cuocere a fuoco basso per 15 minuti circa.
I verzini andranno serviti caldi.

Vino consigliato:
Restando in Lombardia, vi propongo un ottimo Bonarda, in particolare la Vaiolet delle premiatissime cantine Monsupello, un vino dal colore rosso intenso con riflessi violacei, dal profumo intenso e fine che ricorda la viola ed i frutti di bosco, asciutto e morbido in bocca.


Potrebbe interessarti anche