Advertisement
News

VFNO 2014: tra il vintage e il contemporaneo

Diletta Irace
17 settembre 2014

VFNO

Stesse atmosfere di sempre, un caldo clima tropicale, meno gente del solito: la Vogue Fashion Night Out targata Milano 2014 si riconferma come l’evento al tempo stesso più atteso e -se vogliamo- più inflazionato. Mentre il quadrilatero della moda rimane indiscusso protagonista della manifestazione (fiumi di persone riversate in Via Montenapoleone, Via Manzoni, Via della Spiga e Corso Venezia), è indubbio che altre zone, quali Corso Genova, Buenos Aires, Via Dante e Brera, mantengano una posizione di spicco nel panorama degli eventi mondani esclusivi.
L’aria frizzante che si respira in questa serata trasmette una gran gioia di vivere, e quest’anno più del solito la “moda” passa in secondo piano per lasciar spazio al desiderio di musica, brindisi, cibo e altri generi di piacevole svago. Il look dei partecipanti? Meno alternativo ed eccentrico, più casual-chic tendente a soddisfare il requisito di comodità e praticità: l’acciottolato di Via Fiori Chiari renderebbe ardua qualsiasi spedizione in tacchi a spillo, e la temperatura piuttosto alta anche a sera inoltrata non consentirebbe di lanciarsi in boa di pelliccia, giacche tricottate o capi simili, a chi sfrutta l’occasione della VFNO per dare libero sfogo alle mise più svariate che -giusto con un eufemismo- definirei originali. Più eleganza, più semplicità: addirittura all’evento fluo Targamy, gli uomini hanno sfoggiato la cravatta delle grandi occasioni (non tutti ma qualcuno… è già un passo avanti, no?)

Prendendoci una pausa dalla folla, ci dirigiamo verso l’esplorazione degli angoli più semplici, magari talvolta scontati, ma al tempo stesso esclusivi e mai banali.
La Terrazza Aperol, con vista sulle guglie del Duomo, si apre all’universo Ice-Watch con la sua esplosione di colori e materiali molto particolari: al silicone si sono aggiunti acciaio, pelle, tela, nylon e denim, in una miriade di armoniose combinazioni. Affondando le radici nel gruppo Morellato, questo brand internazionale offre una vasta gamma di orologi diversi per soddisfare tutti i gusti: il trend per la prossima stagione è il colore in ogni sua sfumatura. Differenti modelli, in esposizione all’evento, mostrano il design accattivante e innovativo, declinato in uno stile ora minimalista, ora più prezioso, ora sportivo, ora a tinte accese contrastanti. Per chi segue una “linea di pensiero” casual, e chi una più ricercata.
Il Ristorante Da Checco, in zona Porta Romana, ci conduce attraverso l’esplorazione di ciò che è bello, l’avanguardia dell’esposizione stylist nelle rappresentazioni di Manuel Maida, senza contare l’allestimento di un temporary hair-set per un estemporaneo cambio di look ad opera di una qualificata hair stylist. Un mix di arti, in un nutrimento di “corpo e spirito” tramite l’happy hour accompagnato dalla ritmica selezione musicale di Jamy Caruso. In un’atmosfera da old bistrot, quasi surreale, Jazz ‘n ‘Roll.
In Via San Marco, il Botinero aderisce alla VFNO 2014 invitando nel suo Dehor estivo per un aperitivo chic e spumeggiante. Location come sempre fresca e adatta per far vivere a pieno l’atmosfera settembrina. Un angolo dedicato al “selfie” da pubblicare in tempo reale su Instagram dava la possibilità di ricevere un divertente braccialetto della collezione limited edition disegnata dal brand “Sidagi”.

Una Vogue Fashion Night Out a cavallo tra ieri e oggi, tra l’antico e il nuovo, tra il vintage e il contemporaneo.


Potrebbe interessarti anche