News

VFNO, il giorno dopo

staff
7 settembre 2012

Si rientra dall’estate e il tempo milanese non aiuta, regalandoci una settimana di grigio e pioggia… Ancora poca gente in città, e durante qualsiasi conversazione si intraprenda, si perviene alla conclusione che lo stress cittadino ha già preso il sopravvento.
Eppure, tutto sembra risvegliarsi Giovedì 6 Settembre: Milano si mobilita per la Vogue Fashion Night Out, e anche il meteo sembra essere dalla sua parte. Ha inizio una di quelle sere di mezza estate: ne danno conferma le scelte di abbigliamento, che prediligono freschi abitini anni ’50 e t-shirts.
Poca l’eleganza, tanto il desiderio di praticità, tantissima la voglia di girare per le vie del centro comodi e in versione “avanscoperta” di quello che la moda e i marchi -a tutti i livelli- propongono per il nuovo anno.
E così, ecco che Milano si popola, e si respira un’aria di rinnovamento ed allegria.
Marc Jacobs lancia la nuova fragranza e propone un set fotografico dei clienti con in mano le boccette; Stroili Oro presenta un nuovo paio di orecchini a un prezzo interessante riservato solo alla serata; Corneliani monta una pedana in Montenapoleone permettendo fotografie con gli indossatori; Mac propone trucchi originali con prova pratica; United Colors of Benetton allestisce la vetrina con manichini viventi, che si cambiano continuamente mostrando la nuova collezione; Yamamay espone un completo rosso fuoco indossato da una ginnasta che fa esibizioni di hoola-hop; e via dicendo. Tanti gli spunti, per gente che -in una fase storica di crisi come quella che l’economia attuale sta vivendo- ha bisogno di stimoli ed incentivi.
Come al solito, però, vince la zona di Brera: benché il numero di persone che ha invaso le stradine pittoresche e i vicoli tipici del quartiere più chic della città fosse eccessivamente elevato, non è mancata una dignitosa capacità organizzativa, ad eccezione di Via Fiori Chiari, che l’evento “Targamy” ha reso impraticabile. Piazza del Carmine con i dj di Disco Radio: premio per frequentazione e divertimento.
É partita così la stagione moda-movida di Milano: ci possiamo solo augurare che prossimamente ci riservi mille sorprese…

 

Diletta Irace


Potrebbe interessarti anche