Fotografia

Viaggio a Cuba con Claudio Mainardi

Alberto Pelucco
2 ottobre 2014

0 copertina

Non aspettatevi luoghi di portata storica, come la Baia dei Porci o il famoso ristorante Bodeguita del Medio, tanto apprezzato da Ernest Hemingway, Pablo Neruda e Salvador Allende. L’Habana che emerge dagli scatti di Claudio Mainardi, ospitati presso la Galleria Cavour di Padova, è molto lontana dall’immaginario collettivo.

1

Ad attirare l’interesse del fotografo sono elementi e situazioni da cui poter ricavare una storia, una riflessione. Esattamente come gli avanguardisti del Novecento, il fotografo nato a Venezia vede nel soggetto non il punto di partenza, ma il punto di arrivo dell’espressione artistica.

Questa svolta si concretizza, ad esempio, nel suggestivo scatto – dal sapore squisitamente romantico – di alcuni ragazzi che, posti enfaticamente al centro della composizione, contemplano l’immensità del mare. Il loro pensiero sembra rivolto ai naviganti o a tutti coloro che nel mare hanno trovato la morte, alle cui anime o ricordi i giovani, stretti in gruppo, sembrano non voler togliere spazio.

Emblematica anche l’immagine del vecchio con il sigaro, prodotto tipico dell’isola, da quando nel lontano 1800 nacquero le prime marche produttrici. L’espressione rilassata e insieme compiaciuta dell’uomo rimanda alla fatica e all’impegno che accompagnavano la lavorazione di un articolo dalla storia interessante.

2

Agli inizi del Novecento la sua diffusione infatti fu messa a dura prova dai forti dazi imposti dagli Usa, che portarono a una grave crisi dell’industria tabacchiera e alla concentrazione delle marche all’interno di alcune società. Quando poi, negli anni Sessanta, le principali aziende finirono sotto l’egida statale, divennero solo 4 i moduli di sigari confezionati dall’industria tabacchiera, contro gli oltre 950 prodotti prima della rivoluzione.

A rivitalizzare un’industria in seria difficoltà fu l’esperto imprenditore ucraino-svizzero Zino Davidoff che recuperò numerosi marchi storici e restituì al tabacco e alla sua lavorazione l’antico prestigio.

Queste sono solo alcune delle storie nascoste e oggi svelate dalla mostra “La Habana. La perla e l’ombra”, che offre un’immagine nuova di un Paese che, nonostante le avversità del passato, si dimostra sempre più innamorato della propria identità culturale.

Alberto Pelucco

Claudio Mainardi – La Habana. La perla e l’ombra
12 settembre – 12 ottobre 2014
Galleria Cavour, piazza Cavour, 35122 Padova
Orario: 10-13 / 15-19. Chiuso i lunedì non festivi
Informazioni:
padovacultura.padovanet.it/it/attivita-culturali/claudio-mainardi
Ingresso libero

Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbe interessarti anche: www.luukmagazine.com/duelli-di-inchiostro


Potrebbe interessarti anche