Destinazioni

Vietnam insolito e sorprendente

Maria Laura Zucchini
8 dicembre 2016

home

Una meta insolita e difficilmente in capo alle nostre bucket list, tuttavia il Vietnam è uno di quei paesi che vi colpirà profondamente e porterete a lungo nel cuore. Sarà difficile dimenticare i sorrisi di un popolo cordiale, con il desiderio di crescere e di evolversi.

1-vietnam

Seguendo un filo logico, da nord a sud, il primo impatto sarà con Hanoi, la nuova capitale, che era protettorato francese e di tale periodo ha mantenuto le tante villette coloniche come quella che ospita il Green Tangerine, un ristorante nascosto da un cortile ricco di piante esotiche che offre una cucina locale rivisitata in chiave francese. Merita una visita anche il magnifico Tempio della Letteratura e il ponte giapponese nel distretto centrale di Hoan Kiem. Nonostante appaia come una città caotica, invasa da una moltitudine di persone sempre indaffarate e dal suono dei flussi di motorini che popolano ogni via, potrete trovare la quiete in luoghi come l’Hanoi Social Club dove erano soliti incontrarsi reporters e giornalisti per scrivere i propri pezzi o il Binh Minh Jazz Bar fondato dall’omonimo sassofonista. A solo qualche ora di auto dalla capitale trovate Ha Long Bay, uno di quei paesaggi che almeno una volta nella vita dovrebbero essere ammirati. Immaginate una baia magicamente illuminata dalla luce dell’alba o del tramonto con migliaia di isolette calcaree e una moltitudine di grotte accessibili a piedi o con i kayak e imbarcatevi su una delle tante crociere per godere della quiete quasi mistica che avvolge la baia intera. A sud incontrerete Hue, la città imperiale e le tante costruzioni dell’epoca, che si contraddistinguono per i vivaci smalti orientali. Tappa obbligata è la cittadina di Hoi An, nota per la fabbricazione di lanterne e dislocata sulle rive del fiume, con piccole vie ricche di negozi e sale da thè come Reaching Out Tea House gestita da ragazzi sordomuti dove potrete trovare anche un’ampia selezione di dolciumi e biscotteria locale. Mantenendo la bussola verso sud, sarà inevitabile notare la varietà di paesaggi ed ambienti che contraddistinguono ogni singola area del paese, a Mui Ne per esempio, località costiera, la natura è davvero esemplare, con imponenti dune di sabbia bianca divertenti da girare in quad o, a qualche chilometro, una sorta di canyon con rocce rosse, o, ancora, le alte onde e le lunghe spiagge che si prestano a tranquille passeggiate o sessioni di kitesurf e windsurf. A poche ore di macchina raggiungerete Ho Chi Minh, la vecchia capitale e la città più colpita dagli americani durante i venti anni di guerra e massacri. Il dolore e le conseguenze di un conflitto così brutale sono ancora vive tra gli abitanti e di particolare effetto è il Museo della Guerra dove difficilmente le testimonianze e le fotografie potranno lasciarvi indifferenti, ma la città è in forte via di sviluppo, con moderni grattacieli e locali occidentali come lo Sky Bar o il ristorante giapponese Sorae, che la rendono una metropoli asiatica a tutti gli effetti.

2-vietnam

Il modo migliore per concludere un viaggio in Vietnam è certamente l’escursione al delta del Mekong. Centro vitale per i tanti villaggi che popolano le sponde del fiume, nonostante sia uno dei più inquinati al mondo, tutt’ora potrete visitare il famoso mercato galleggiante ed entrare in contatto con le tante comunità locali. Una notte nella suggestiva guesthouse di Can Tho sarà il finale perfetto al vostro soggiorno, o forse deciderete di non ripartire affatto.


Potrebbe interessarti anche