Green

Vivere green in 6 app

Marco Pupeschi
29 aprile 2016

!cid_image001_jpg@01D1A152

La tecnologia ci fa indubbiamente vivere meglio, ci aiuta a risparmiare tempo e denaro, semplificandoci la vita. Questo concetto vale ancora di più per chi volesse vivere in maniera sana e soprattutto  ecosostenibile.
Dalla raccolta differenziata al risparmio energetico, sei app tutte green che non possono mancare sul vostro smartphone!
SuperSolar
permette di verificare la fattibilità di un impianto fotovoltaico: con una sola foto al tetto di casa si possono costruire impianti virtuali per verificare le spese e l’efficienza in base al modello scelto o alla posizione della casa e il suo orientamento rispetto a sole.
diStagione invece ci consente di conoscere frutta, verdura e pesce di stagione, fornendo informazioni sugli alimenti e suggerendo le ricette più adatte.
Volete verificare l’impatto ambientale dei prodotti e il loro livello di igiene? Allora la app per voi è di certo GoodGuide.

!cid_image002_jpg@01D1A152
Per una raccolta differenziata impeccabile secondo le regole previste dalla città in cui vi trovate dovete invece provare il Dizionario dei rifiuti che vi dirà dove gettare lampadine, elettrodomestici, batterie, cartucce per stampanti e chi più ne ha più ne metta. Per non farsi più trovare impreparati davanti al cassonetto dell’immondizia! Per chi volesse migliorare l’aria che respiriamo in città l’unica soluzione è…non prendere l’auto! Se proprio non possiamo farne a meno, esiste per fortuna il car sharing. Ma per coloro che non possono usufruire di questi servizi, ovvero che non abitano in città, si consiglia di utilizzare Green Meter che calcola in real time quanta benzina (e soldi) sprechiamo con il nostro stile di guida.
Per ultimo, ma non per questo meno importante, chi volesse educare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente ecco Messer Viro: un gioco dove l’eroe deve proteggere l’ambiente dagli errori di smaltimento dei rifiuti domestici. Che ci piaccia o no alla base di tutto c’è l’educazione; quella che abbiamo ricevuto e quella che diamo.

 


Potrebbe interessarti anche