Cinema

Walt Disney stupisce ancora e con “La bella e la bestia” fa coming out

Flaminia Scarpino
5 marzo 2017

Ogni bambina è cresciuta sognando di trovare un Principe azzurro come quello di Biancaneve, Aurora, Cenerentola, Ariel e di tutte le principesse Disney, mentre ogni bambino ha sperato di diventare coraggioso come un super eroe.  Molti studi psicologici ci insegnano quanto i cartoni animati abbiano influenzato l’immaginario delle ultime generazioni: l’amore che sogniamo è quello perfetto delle favole, l’aspetto fisico che desideriamo è quello dei protagonisti che abbiamo ammirato, i valori che rincorriamo sono quelli che da piccoli abbiamo appreso sul piccolo schermo.

Negli ultimi anni Walt Disney si è impegnata a disegnare personaggi sempre più realistici, più vicini alla società in cui viviamo tutti i giorni, sostituendo la perfezione di cartone all’imperfezione della carne umana.

Uno dei segnali più forti che l’azienda abbia mandato finora è quello che apparirà nelle sale dei cinema tra pochi giorni, quando uscirà la nuova versione del film “La Bella e la Bestia”.

La nostra attenzione non ricadrà solo sull’interpretazione di Emma Watson, nei panni della bella principessa amante dei libri, ma sul primo coming out di un personaggio delle favole: Le Tont, la spalla del cattivo Gaston, interpretata da Josh Gad, in una scena del film paleserà infatti il suo orientamento sessuale, mandando un messaggio di uguaglianza a tutto il mondo.

Dopo l’eroina Ribelle, principessa selvaggia che scardina i canoni regali, e dopo il successo di Frozen, racconto in cui il coraggio femminile prevale su quello maschile, Walt Disney racconta una fiaba sempre più moderna, ricordandoci che l’amore non ha sesso, età o colore.


Potrebbe interessarti anche