Lifestyle 2

Week-end di inizio anno: dal low cost al luxury più squisito

Silvia Ragni
12 gennaio 2018

Capodanno: non sempre un’occasione festaiola. Sono molti coloro che la notte di San Silvestro lavorano o che, semplicemente, non amano lasciarsi trascinare nel vortice del divertimento obbligato. Tanto più che i prezzi alle stelle di viaggi, serate e cenoni in grande stile, a volte, si tramutano in un pesante fardello che grava sul bilancio familiare. Non va tralasciata neppure l’epidemia di influenza che il 31 Dicembre scorso ha visto buona parte degli italiani “festeggiare” sotto le coperte. Perché non approfittare, allora, delle numerose offerte di week-end low cost che i tour operator propongono a Gennaio?

E’ un’ottima idea per staccare la spina in un periodo meno affollato e contraddistinto da tariffe super convenienti. Gli spunti sono molteplici e vari: si va dai viaggi last minute ai pacchetti hotel+volo scontatissimi. Denominatore comune: mete di immenso appeal che mai ci saremmo sognati di raggiungere a costi tanto abbordabili. Scopriamole insieme in un breve excursus.

Il detox post-bagordi natalizi è un obiettivo che si traduce in un’ampia scelta di week-end benessere alle terme o nelle SPA. Relax, coccole e comfort sono must da declinare sullo sfondo di paesaggi suggestivi, lontani dal caos cittadino e, di frequente, romanticamente innevati: tra le location predomina l’area dei laghi lombarda, seguita a ruota dalle verdi colline del Chianti e umbre. Chi ama l’alta quota può rigenerare mente e corpo sulle Dolomiti, dove i panorami mozzafiato donano alla permanenza un incantevole valore aggiunto, mentre per i fan del mare d’inverno le soluzioni wellness spaziano dalla riviera romagnola all’ipercool Gallipoli e alla penisola salentina.

Altre destinazioni al top per un weekend low cost sono le città d’arte: Roma, Venezia e Firenze rimangono le più gettonate del Bel Paese e vengono associate spesso a formule soggiorno in relais, ville e Hotel di lusso a prezzi ultraridotti, ma furoreggiano anche le capitali europee. In testa troviamo Londra, Copenaghen, Praga, Vienna, Barcellona e Berlino affiancate da Amsterdam (dove fino al 21 Gennaio è possibile ammirare lo spettacolare “Festival delle Luci”) e da Budapest. Tra le new entry urbane va segnalata Porto, affascinante capoluogo nel Portogallo del nord.

Con il Carnevale di Venezia alle porte, però, per chi non è partito a Capodanno, si presenta un’opportunità ghiotta. In programma dal 27 Gennaio al 13 Febbraio, il più prestigioso Carnevale internazionale si snoderà in un succedersi di eventi straordinari in quanto a sfarzosità e fascino. Dall’Opening sull’acqua fino al Gran Finale in piazza San Marco, è tutto un infittirsi di manifestazioni che renderanno la Laguna invitante al punto tale da accantonare il low cost per godere “a prezzo pieno” del suo splendore.

Maschere che invadono calli e campielli, feste negli antichi palazzi, spettacoli improvvisati ovunque sono i leitmotiv di un Carnevale dalle origini secolari: per chi decide di calarsi in toto nelle sue atmosfere, il Luxury Collection Hotel The Gritti Palace rappresenta un’occasione imperdibile. Affacciato sul Canal Grande e ospitato in un leggendario edificio, The Gritti Palace è un emblema di esclusività che si fonde con la più squisita tradizione veneziana. Oltre ad offrire un’esperienza unica di vivere il Carnevale, l’Hotel tramuta il Bar Longhi, che accoglie al suo interno, in uno scenario prezioso che concentra e amplifica il sapore settecentesco dell’evento.


Potrebbe interessarti anche