Woman

What to wear for the Vogue Fashion’s Night Out

staff
8 settembre 2011


Vogue Fashion’s Night Out…
passo I: Ci andrò!… O forse non ci vado?!… No, Ci vado, ci vado!
passo II: …Cosa metto?!!
passo III: il panico! Per alcuni presenziatori dell’anno scorso seguito anche da follia, visto il modo in cui si sono poi agghindati giusto per non passare inosservati!

Allora poche regole, che poi, teoricamente, sappiamo già tutte e le abbiamo anche pensate durante la scorsa VFNO!
No lungo.
Gonnellone lunghe o lunghi abiti – banditi! Sono belli e si sa, infatti e per l’amore che ci lega a loro cerchiamo di lasciarli a casa e non rischiare la loro incolumità in vie affollate dove rischierebbero di strapparsi, insastrarsi, essere calpestati o bruciacchiati!
Io personalmente, dopo aver scoperto a casa tre buchi fatti dalle sigarette non metterò più neanche leggere gonne svolazzanti!
No pantaloni.
Soprattutto jeans! Comodi si, ma… caldi, e po, li portiamo quasi tutti gli altri nove mesi! Pantaloni leggeri in crep, shiffon o seta? Potrebbero anche andare, ma di solito pantalodi di tali tessuti sono larghi, ampi, e seguono un po’ le regole della gonna lunga! Sfruttiamo ancora queste belle calde serate, facciamo respirare le gambe, mostriamole! E poi, gli shorts sono altrettanto comodi! Ci sono in qualsiasi colore e materia!
No tacchi.
Questa forse sarebbe dovuta essere la regola numero uno!
Quante volte vi è successo di uscire con tacchi alti e poi pensare: Ok, la prossima volta – ballerine! Si, averle in borsa è rassicurante, ma scorrazzarsele in giro non è divertente, sicuramente non lo sarà quando avrete le ballerine ai piedi e i tacchi nella borsa! Perchè credetemi, non accadrà a fine serata, ma prima della metà! Perchè passeggiare per Milano su tacchi 13, o anche 8, in una folla di gente, che tra l’altro potrebbe passeggiare sui vostri piedi… non è piacevole! Poco gradevole è anche per gli altri vedere la sofferenza sul tuo viso. Inoltre noi, quando abbiamo il mal di piedi per colpa delle scarpe diventiamo anche non poco cattive!
Be’, insomma sono una cosa da evitare!

Sapete bene che è un evento durante il quale si pososno fare chilometri, se non uscite appositamente per presenziare solamente ad una-due specifiche boutique.
Non si sa mai come potrebbe concludersi la serata, se non siete una PersonaMoltoImportante e dovete mantenervi all’agenda e quindi sapete quando e dove finirete la vostra avventura dell’ otto sera.

Scegliete la vostra mise partendo dalla funzionalità e comodità! Aggiungendo poi creatività e inventiva, perchè bisognaerà pur sfoggiare il proprio lato modaiolo!
Pantaloncini, gonna, camicia, gilet, vestito… non sono pochi elementi.
Borsa preferibilmente a tracolla, così non infastidisce. Ballerine, sandali, scarpe da tennis…
Ecco, una cosa che potrebbe essere utile e che mi sono dimenticata ancora di menzionare è il cappello, o comunque un qualche accessorio per i capelli: cerchietti vistosi, sciarpe, turbanti… Questi elementi potrebbero essere utilissimi per… ritrovare gli amici che si perdono!
Perché saremo tutti con gli amici e non raramente ci perdiamo; quindi chiamiamo, cerchiamo di ritrovarci ad un certo incrocio, davanti ad una certa boutique e non spesso è così facile quando intorno a te non c’è neanche un metro quadro di spazio libero!
Un cappello, un turbante fatto con un foulard o una semplice sciarpa fluo potrebbero aiutare ad evitare questo problema rendendovi facilmente riconoscibili!

Evitate di stare a tirare giù il vestito ogni tre minuti perchè è troppo corto, sbuffare perchè non sapete come tenere il clutch perchè è senza catenella, piangere perchè avete le bolle ai piedi per i tacchi, perchè avete caldo e la folla di persone non fa che aumentare il vostro nervosismo…
Vestitevi in modo tale da sentirvi a vostro agio, armatevi di buon umore e buoni amici e quindi godetevi l’evento!

Anastasia B. Calmotti


Potrebbe interessarti anche