Wondy – come ritrovare la Wonder Woman che è dentro ognuna di noi

Patrizia Eremita
16 febbraio 2014

Ci sono occasioni in cui una  storia ti colpisce, e molto . Quei racconti che ti fanno pensare “cavolo io non so come farei, non so se ce la farei”. Non capita di sentirne molte di storie così, che ti lasciano lì a riflettere, immaginare, proiettarti in uno scenario ipotetico… ma questa è proprio una di quelle storie alle quali pensi con ammirazione e rispetto.

Wondy (ovvero come diventare supereroi per guarire dal cancro)” edito da Rizzoli, è il libro che troverete in libreria proprio in questi giorni e racconta la storia di Francesca, una donna straordinaria che ha incontrato il cancro, lo ha gestito con grande forza e determinazione e lo ha messo a tacere.   L’autrice è Francesca Del Rosso, giornalista, scrittrice e autrice del blog chemioavventurediwondy.vanityfair.it.

mamme

Wondy è una donna che ama la propria vita, caotica e disordinata. Il lavoro da giornalista, due bambini piccoli, la Iena e Attilino, le serate tra amici, i viaggi e un marito meraviglioso: non farebbe a meno di nessuna di queste cose. Lei è così, piena di energie e sempre in movimento.

Una wonder woman insomma, come ogni mamma che lavora. Quando le vengono diagnosticati due “sassolini” al seno, deve tirare fuori tutta la forza, il suo carattere agguerrito, ma anche saper accettare la propria estrema fragilità, per guardare al futuro e affrontare le cure nel migliore dei modi.
“Si crede che dopo la malattia tutto cambi radicalmente. Falso: per vincerla devi amare alla follia la vita di sempre. Le cene fuori con tuo marito, le passeggiate con i figli pestiferi e i brindisi con le amiche.  Devi rimanere te stessa.”
Un libro che offre una bella testimonianza e non manca di raccontare anche in maniera “leggera” e decisamente propositiva l’esperienza di Francesca. Un vero inno all’inarrestabile forza femminile.

“Wondy” sarà presentato a Milano il 20 febbraio alle 18.30 alla Libreria Feltrinelli di Corso Buenos Aires. Seguiranno molte altre date….

In bocca al lupo Francesca, un esempio per tutte noi!

Patrizia Eremita
www.mammaelavoro.it