Letteratura

445 metri quadrati e una vita come tante: il caso editoriale che ha conquistato la Spagna

staff
29 gennaio 2012


Prendete un uomo, un uomo qualunque, un uomo moderno con una moglie, un figlio piccolo, un lavoro come tanti. Un quarantenne senza nome che ogni giorno respira, cammina, mangia, ama, vive in 445 metri quadri. Casa, ascensore, garage, ufficio, ristorante, bar, casa dei suoceri, casa dei genitori. Si può vivere in 445 metri quadri?
Lo facciamo in molti, in troppi. E nemmeno ce ne accorgiamo. Il vortice degli impegni quotidiani, la routine battente, sempre uguale a se stessa, ci trascinano in un vortice claustrofobico, fatto di gesti ripetuti così tante volte che diventano meccanicismi senz’anima. Perdono completamente il loro significato. Anche baciare chi si ama, anche guardare il proprio figlio crescere, anche scambiare una parola gentile con un amico, ottenere una vittoria professionale, impiegare il proprio tempo libero. Oggi è uguale a ieri, domani sarà uguale ad oggi. Dov’è il limite tra tranquillità e noia?
Ma quando la vita ti va stretta e rischia ormai di soffocarti, è ora di cambiare, di inseguire i sogni e le speranze. Di ricominciare tutto da capo.
Un antieroe contemporaneo, universale, quello di Eloy Moreno – spagnolo, 37 anni, informatico di professione – , che ha saputo toccare l’anima dei lettori e vincere una titanica sfida editoriale.
L’autore, infatti, dopo aver dedicato il proprio tempo libero a scrivere “El bolígrafo de gel verde”, ha deciso di abbandonare le vie maestre dell’editoria e di autopubblicarsi. Ha speso un anno e mezzo curando in prima persona la distribuzione del volume presso le librerie, valigia alla mano. Intraprendenza che lo ha premiato: grazie al passaparola, alla fondamentale promozione dei social network – in particolare Facebook – e al contatto diretto con i lettori, il volume ha scalato le classifiche ed è stato ripubblicato dalla prestigiosa Espasa.
Dal 19 gennaio nelle nostre librerie per Corbaccio, “Ricomincio da te” conquisterà sicuramente anche il pubblico italiano, grazie ad una narrazione avvincente, che segue le onde dei sentimenti, delle riflessioni a cuore caldo, degli errori commessi d’istinto.
Una critica attualissima, una storia che che parla a tutti, che non ha sesso nè età. Ci fa chiedere: è così che sono stato? E’ così che diventerò? Quand’è che la vita finisce per ridursi a semplice esistenza?

Virginia Grassi

“Ricomincio da te” di Eloy Moreno, Corbaccio editore, traduzione di Silvia Bogliolo, pp. 379.


Potrebbe interessarti anche