Destinazioni

5+ 1 mete cool del 2019 secondo Forbes

Silvia Ragni
10 Gennaio 2019

Dove vanno in vacanza i miliardari? È la domanda che ci siamo posti mentre ci accingevamo ad annotare i nostri buoni propositi per l’anno nuovo. I buoni propositi, appunto: viaggiare, conoscere nuove culture, fuggire dalla quotidianità rientra immancabilmente tra i più gettonati. E se sognare è lecito, tanto vale farlo in grande. Per prendere spunti abbiamo sfogliato una guida autorevole, la blasonata Forbes, e ci siamo soffermati sull’articolo “The 10 Coolest Places to Go in 2019” a firma di Ann Abel. Nel pezzo viene stilata una lista delle località più cool del turismo high end, vale a dire di lusso: siamo rimasti talmente intrigati da decidere di esplorare con voi le prime cinque mete (più una) riportate dalla bibbia dell’alta finanza. Quelle stesse mete che, nel 2019, ospiteranno un’alta densità di multimilionari e VIP. Pensavate a prestigiose stazioni sciistiche, atolli iper esclusivi o isole private? Errato. Per sapere quali sono le destinazioni più cool a nove zeri, non vi resta che continuare a leggere!

Le isole Azzorre, Portogallo
Gli esclusivi tour operator consultati da Forbes riferiscono che l’arcipelago delle Azzorre, di origine vulcanica e situato nel cuore dell’Oceano Atlantico, sia al top della wishlist dei turisti più avventurosi. La breve distanza da New York (solo cinque ore di viaggio), unitamente alla spettacolarità dei paesaggi, rappresentano due atout irresistibili di questa meta: laghi incredibili nei crateri dei vulcani, immense spiagge di sabbia nera e sorgenti sulfuree incantano letteralmente il viaggiatore. Chi ama lo sport può praticare il kayak, il surf e le immersioni alternandole ad attività quali l’avvistamento di balene e il birdwatching. Per un soggiorno da vero VIP, tre nomi a cinque stelle da annotare: Furnas Boutique Hotel (ultra glamour), White Exclusive Suites & Villas (a metà tra il boho e il minimal style) e Azor Hotel (squisitamente urban).

Il Bhutan orientale
A differenza delle sue aree occidentali e centrali, il Bhutan orientale è meno esplorato: una destinazione di nicchia. Sicuramente, le maestose vette (oltre 5000 m di altezza) dei Monti Neri con cui confina ad ovest conferiscono ai suoi panorami una suggestività irripetibile. Brent Olson, agente turistico per la GeoEx Luxury Adventure Travel Company, informa Forbes che sta organizzando un viaggio in zona per il prossimo Novembre. Sono in programma escursioni di trekking nella regione del Merak Sakten, visite al distretto ancestrale di Lhuentse – dove risiede la famiglia reale – e l’approfondimento di progetti che la Bhutan Foundation finanzia affinché i cittadini bhutanesi incrementino tutto il loro potenziale sia a livello locale, che su scala internazionale.

Cabo/Los Cabos, in Messico
Situato nella Bassa California del Sud e appartenente al comune di Los Cabos, Cabo San Lucas (detto Cabo) è una delle mete preferite dall’élite losangelina. La sua collocazione, all’incrocio tra il Mare di Cortez e l’Oceano Pacifico, lo rende un osservatorio di punta delle balene in migrazione. Ma Cabo è anche una top destination del turismo di lusso, tant’è che abbonda di resort a cinque stelle: Forbes cita il nuovissimo Montage Los Cabos, affacciato sulla Santa Maria Bay, e l’imponente Solaz, a Luxury Collection Resort Los Cabos di San José del Cabo, che in un paio d’anni saranno affiancati dagli altrettanto sbalorditivi Nobu Hotel, Amanvari e 1 Hotel. Riguardo alle recenti aperture, invece, la rivista americana segnala quella del Four Seasons Costa Palmas, che nell’aprile scorso ha ospitato lo sciccosissimo addio al nubilato di Gwyneth Paltrow.

La Colombia
Il Premio Nobel per la Pace assegnato al Presidente Juan Manuel Santos nel 2016, ha contribuito a stravolgere la percezione della Colombia all’estero: considerata a lungo uno dei paesi più a rischio per la sicurezza, oggi è una terra tutta da scoprire e non ancora battuta dal turismo di massa. La propositività rappresenta, senza dubbio, una delle maggiori doti del popolo colombiano. Basti pensare che il Governo ha messo a punto un piano per incrementare la cosiddetta “orange economy” (ovvero, l’industria creativa e culturale) incentivando un nuovo modello di crescita. Bogotà ha sempre sedotto, d’altronde, un numero illimitato di artisti e di intellettuali, e tuttora emana un fascino inconfondibile: conquista con i suoi murales, con la sua gastronomia, con le sue interminabili parate in bicicletta nel weekend. In poche parole, con la sua travolgente gioia di vivere.

L’Etiopia
L’interesse intorno all’Etiopia sta crescendo in modo esponenziale. Questo paese antichissimo, crogiolo di culture e religioni, attira un numero sempre maggiore di visitatori: è qui che si sono incrociati il credo cristiano, ebraico e musulmano; ed è ancora qui che, in scenari mozzafiato, è possibile lasciarsi stupire da meraviglie come le chiesette scolpite nella roccia. In Etiopia il tempo sembra sospeso, negli agglomerati tribali si respira un’atmosfera primordiale. Reperti rari, risalenti al IV e V secolo, proliferano accanto a favolosi palazzi che riportano in vita il mito della Regina di Saba. Collegamenti aerei via via più numerosi offrono, oggi, l’opportunità di raggiungere anche località impervie come la Omo Valley. Per un soggiorno luxury, il panoramico Limalimo Lodge arroccato sui monti Semièn e l’esotico accampamento del Lale’s Camp sono due autentici must.

Il Madagascar
È la quarta isola più grande del mondo, ubicata nell’Oceano Indiano ed affacciata ad ovest sull’Africa. Oltre ad essere una meta non frequentatissima dal turismo di massa, si presenta come un mondo inesplorato: la sua magnificenza naturale è unica, la sua flora e la sua fauna sono un vero e proprio inno alla biodiversità. Il Madagascar va esplorato poco a poco, con la certezza che ogni giorno offre qualcosa di stupefacente da scoprire. Pensate solo ai lemuri, i celebri primati nativi del luogo, o alla miriade di piante e di animali selvatici che costituiscono il 90 % del suo patrimonio endemico. Non è un caso che un colosso del turismo biking di lusso come Butterfield & Robinson, consultato da Forbes, ultimamente abbia lanciato una serie di tour dedicati a questo Paese strabiliante e pressoché incontaminato.



Potrebbe interessarti anche