Green

5 buoni propositi per un 2018 green

Marco Pupeschi
5 gennaio 2018

I propositi per il 2018 saranno buoni se, e solo se, saranno Green. “C’è una fatalità nei buoni propositi: vengono sempre presi troppo tardi”, scriveva Oscar Wilde nel romanzo “Il ritratto di Dorian Gray”. Per il drammaturgo irlandese l’ecologia non era un problema urgente. Per noi sì. Dunque i propositi green per il nuovo anno si ispireranno, come sempre, al motto dello storico latino Tito Livio: “Potius sero quam nunquam” ovvero “meglio tardi che mai”.

Ecco perché ci permettiamo di darvi cinque consigli per un 2018 all’insegna del green.

1- Dal primo gennaio 2018 al supermercato i sacchetti di plastica leggeri saranno a pagamento, per intenderci quelli usati per imbustare frutta e verdura. Una nuova discutibile tassa ma anche una occasione per portare a casa meno sacchetti che poi andranno smaltiti, fare acquisti più razionali che ridurranno drasticamente gli sprechi alimentari. Non è mai troppo tardi.

2- Risparmiare acqua. Quest’anno la siccità ha colpito duramente le nostre campagne e si è fatta sentire anche nelle città. Per farsi una doccia non c’è bisogno di sparare acqua in continuazione. Fare poi attenzione che i rubinetti siano sempre chiusi deve essere una regola di vita. Non è mai troppo tardi.

3- I prodotti fatti in casa sono green. Pasta, biscotti e pane sono più salutari se fatti in casa con prodotti biologici, ce lo ha spiegato il programma della Rai Report. I prodotti per pulire la cucina possono essere sostituiti da acqua e bicarbonato; l’aceto può essere usato al posto dell’ammorbidente. I più fortunati possono produrre ortaggi sul balcone. Sono tutte attività che ci eviteranno di perdere tempo al supermercato. Evitare lo stress è molto green. Non è mai troppo tardi.

4- Risparmiare energia. Gli elettrodomestici dovrebbero essere sempre spenti se non si usano ed evitare di prendere la macchina per spostarsi quando non è necessaria è salutare ed economico. I vantaggi non si vedranno sul momento ma nel lungo periodo.

5- Educare gli altri ad uno stile di vita ecosostenibile. Difficilmente la gente ascolta i maestri, al massimo si lascia attrarre dai testimoni che sanno dare l’esempio. Se poi chi dà l’esempio ci fa capire le ragioni profonde del suo agire è ancora meglio. Essere i soli ad avere uno stile di vita ecosostenibile è eroico ma estemporaneo. Per salvare il nostro pianeta, le leggi non sono sufficienti, serve l’aiuto di tutti.


Potrebbe interessarti anche