Green

5 consigli per un Natale green

Marco Pupeschi
22 dicembre 2017

A Natale si è tutti più buoni, si dice. Esserlo verso l’ambiente, con scelte sostenibili ed eco, non solo è un ottimo modo per concludere l’anno passato, ma anche per cominciare altrettanto bene quello che verrà. Bastano davvero pochi e semplici gesti, qualche attenzione in più, ma il risultato sarà grande.

Ecco allora 5 consigli green per un Natale, più che bianco, verdissimo!

1- Non ci stancheremo mai di ripeterlo: l’albero di Natale deve essere a chilometro zero, non deve cioè aver attraversato l’Europa per arrivare nel nostro soggiorno. È più ecologico, si può controllare direttamente la filiera ed aiuta l’economia locale. In più, per chi non avesse la possibilità di ripiantarlo in giardino, sarebbe preferibile utilizzare un albero finto ma almeno riciclato: che rimarrà sempre quello tutti gli anni. Del resto è proprio per questo si utilizza una pianta sempre verde per festeggiare il Natale: perché simboleggia la fedeltà ad ogni stagione.

2- Sì al riciclo anche per pacchi e pacchetti: scegliete carte da regalo con materiali riciclati e, una volta aperti i vostri doni, conservatele e riutilizzatele per impacchettarne altri. In alternativa riconvertitele con un po’ di fantasia: dai lavoretti di decoupage agli origami, fino alle cartoline di auguri per il nuovo anno, la scelta è davvero ampia. In questo modo tutto ciò che riciclerete per queste feste avrà un valore doppio: oltre che ecologico, anche affettivo.

3- Sempre a proposito di doni. Ricordate che lo shopping natalizio è più bello a piedi, con i mezzi pubblici e in bicicletta: non solo eviterete il traffico e farete un favore all’ambiente, ma vi godrete meglio l’atmosfera magica che da nord a sud si respira in ogni città sotto le feste.

4- Passando al cenone di Natale: pietanze a base di ingredienti di stagione e possibilmente a chilometro zero sono certamente più sane e più buone; meglio se si rifanno alla tradizione, giusto per non perdere il contatto con le nostre radici.

5- Occhio infine agli sprechi di cibo: gli avanzi di pranzi, cene e feste possono essere riciclate in modi veramente gourmand – panettone compreso! Del resto basti pensare che molte delle più prelibate ricette italiane sono nate dall’esigenza di non sprecare mai il cibo. E non è solo una questione morale da esibire pochi giorni all’anno: l’emergenza alimentare è un problema mondiale.


Potrebbe interessarti anche