News

7 For All Mankind ha una nuova guida creativa

Martina D'Amelio
17 Gennaio 2019

Lo stilista Simon Spurr

I jeans losangelini di 7 For All Mankind ora hanno un supervisore. Sarà Simon Spurr a guidare la direzione creativa del marchio denimwear.

Il ruolo esatto? Global design director, specializzato nell’abbigliamento casual. Una sorta di supervisor che controllerà nel dettaglio il lavoro svolto sulla tela blu da Larissa Noble e Wes Austin, responsabili rispettivamente della moda femminile e di quella maschile.

Fondato nel 2000 e controllato dal 2016 dagli israeliani di Delta Galil, il marchio punta sul designer inglese dall’esperienza ventennale – ha lavorato per le label Purple e Black di Ralph Lauren, per Calvin Klein, Tommy HilfigerYves Saint Laurent, Kent&Curven, ed Eidos, tra gli altri, oltre al proprio brand chiuso nel 2012  – per rilanciare la crescita su scala mondiale.
La nomina di Spurr infatti arriva poco dopo l’ingresso di Margaret Maldonado in qualità di senior design director del prêt-à-porter donna e di Alessandra Pesavento, ex Diesel, responsabile del design e del merchandising.

L’obiettivo? L’espansione internazionale a livello retail, in particolare in Europa, America Latina e Latina e Asia, oltre all’ampliamento della main line e alla concessione in licenza del marchio per sviluppare ulteriori categorie di prodotto.

Per fare ciò Spurr è pronto a partire alla volta di Los Angeles e punterà anche sulla moda a 360°, non solo sui mitici jeans: “Il denim sarà sempre fondamentale per noi. Sarà sempre la spina dorsale del marchio. Ma ci sono opportunità forti per 7 For All Mankind nel prêt-à-porter” ha dichiarato. La sua prima collezione per il brand sarà la primavera-estate 2020. Staremo a vedere.

 

 



Potrebbe interessarti anche