Lifestyle

A Collector’s House: le preziose creazioni di Baccarat in mostra a Shanghai

Beatrice Trinci
7 Novembre 2019

Baccarat vola in Cina, presentando “A Collector’s House”, la più grande mostra mai realizzata dal prestigioso marchio fuori dalla Francia, che fino al prossimo 8 febbraio occuperà gli spazi dell’Hengfu Art Center di Shanghai, ex Concessione Francese.

Lo storico palazzo in stile art déco, completamente rinnovato per l’occasione, accoglierà nelle sue sale 400 pezzi unici firmati dalla celebre griffe francese,  specializzata nella lavorazione del cristallo da oltre 250 anni. Un maestoso archivio che si disfa della sua preziosa polvere per mostrare il lato più inedito di sé, attraverso una sfilza di capolavori fatti a mano nel corso dei secoli dagli artigiani della manifattura, situata nell’omonimo paese di Baccarat, in Lorena, dove l’azienda è nata nel 1764.

Avvolta in un’atmosfera raffinata e glamour, la retrospettiva offre ai visitatori la possibilità di intraprendere un suggestivo viaggio nella storia della Maison, partendo proprio dalle creazioni che nei secoli hanno adornato palazzi, case e ville di illustri personaggi internazionali.

Quali le opere imperdibili? Tra i pezzi più rinomati di Baccarat spunta il Candelabro dello Zar, così chiamato in onore dello Zar Nicola II, che l’ammirò in occasione dell’Esposizione universale di Parigi nel 1878 nello splendore delle sue 79 candele, 3,85 metri di altezza e 3.320 pezzi di cristallo, per poi ordinarne una versione elettrica per i suoi palazzi di San Pietroburgo; ma anche il Tavolo e la Barca, creato per la Fiera mondiale del 1889 su modello dello scultore Charles-Vital Cornu, e il Vascello del deserto, un bruciatore di profumi a forma di dromedario di chiara ispirazione orientale. Immancabili poi il Vaso Papavero, simbolo della vita, creato da Georges Dunaime per l’Esposizione internazionale di arti decorative e industriali di Parigi del 1925, e Jets d’Eau, il possente chandelier creato a quattro mani da Baccarat e Georges Chévalier, traendo ispirazione dal tema cardine dell’Expo dello stesso anno, ovvero l’acqua: una cascata di cristallo di oltre 7000 pezzi tra perle sfaccettate e pendenti.

Un mondo magico e scintillante – da scoprire, vivere, amare.

 

 



Potrebbe interessarti anche