Travel

A Fine Hour: il vero lusso è a portata di click

Beatrice Trinci
14 Novembre 2019

In un’epoca sempre più dinamica e interattiva, la sharing economy non conosce battute d’arresto, neppure nell’universo delle strutture di lusso. La novità è presto detta: da oggi sarà possibile usufruire di tutti quei servizi esclusivi messi a disposizione da un hotel 5 stelle, senza il bisogno di effettuare il check- in. Come? Grazie a ‘A Fine Hour’.

Tutto nasce dai fondatori di questa nuova piattaforma, Catherine Gale e Richard Pinder, due dirigenti che lavorano a Londra nella pubblicità e che per motivi professionali, tra i tanti viaggi in giro per il mondo, si sono resi conto che dalla piscina a sfioro alla terrazza da sogno, dall’elegante sala riunioni alla Spa più moderna, sono numerosi gli spazi che spesso e poco felicemente restano completamente vuoti.

Come sfruttare dunque al meglio ogni confort messo a disposizione dall’alta hôtellerie? Impaziente di essere utilizzata, la risposta si trova proprio sul sito, dove ogni utente ha la possibilità di prenotare i trattamenti più esclusivi delle diverse strutture che hanno aderito al progetto: per concedersi momenti di relax o esperienze impeccabili, ideali per una coccola personalizzata, un regalo last minute o per sorprendere un cliente importante in una meeting room da sogno.

Un’iniziativa, insomma, che aiuta le strutture a sfruttare al meglio i propri servizi e che consente a viaggiatori e cittadini di vivere opportunità esclusive sì, ma a prezzi vantaggiosi. Al momento attiva su Milano, Londra e Firenze, ‘A Fine Hour’ include importanti catene quali Dorchester Collection, Four Seasons e Luxury Collection, con un’offerta che spazia tra 200 servizi a partire da 30 euro. Una soluzione certamente d’avanguardia che mira ad attrarre nella sua rete di sfarzo anche i Millennials e quelle giovani generazioni che oggi esperiscono il viaggio in maniera più dinamica, economica e smart rispetto al passato.

E nel futuro? Tra i prossimi obiettivi, raccontano i fondatori, quello di coinvolgere altre capitali europee, così come importanti centri dell’Asia e degli Stati Uniti, offrendo inoltre agli utenti la possibilità di gustare cene esclusive e cocktail in luoghi d’eccezione. Da provare.

 



Potrebbe interessarti anche