Luoghi

A Milano Dersett porta in tavola la felicità!

Gianluca Gracci
5 Giugno 2019

Dersett – “diciassette” in dialetto meneghino – nasce nel 2017 da un’idea di Riccardo Danesi, imprenditore e per anni direttore di ristoranti stellati in Francia. Nella zona più vivace di Milano, Porta Ticinese, cuore della movida, lungo i celebri Navigli, al civico 17 di viale Galeazzo, sorge il regno del “comfort food”, connubio perfetto tra pietanze ed emozioni: uno spot per gustare “un cibo che ti coccola”.

In cucina nulla si inventa ma tutto si può rendere unico e perfetto – ci racconta il proprietario – Il segreto? La qualità del prodotto, sempre al top, l’inserimento di presidi slow food e l’amore vero per la cucina”.

Location. Dersett ospita i suoi clienti in un ambiente che è il giusto mix tra sobrio e elegante, con un che di casalingo ma molto raffinato, che offre già a partire dall’ingresso la sensazione di trovarsi in uno spazio familiare e accogliente. Ciò che conquista è indubbiamente il colore, tono su tono, dall’ecrù al beige all’avorio, in piacevole contrasto con la varietà cromatica offerta da un’assortita cantina a parete.

Menù. È proprio la grande varietà di vini (bianchi, rossi e rosati), bollicine (di provenienza italiana e francesce) e drinks (birre, cole, bibite e liquori) uno dei punti di forza di Dersett, che lo rendono, insieme al suo particolare menù, un luogo ideale, piacevole e versatile per ospitare romantiche serate a due, cene aziendali o per festeggiare ricorrenze speciali.
Il menù accosta sapientemente tradizione e innovazione, esaltando antichi sapori e profumi anche con sistemi di cottura sperimentali; è perfetto per chiunque desideri evocare attraverso il cibo un momento speciale e ami crogiolarsi nei sapori di una “nostalgia gourmet”.
Adatto a tutte le tasche, offre “a ognuno il suo comfort”: formaggi, taglieri, tartare, primi e secondi piatti…Non resta che scegliere quello che più ci somiglia: ricette della felicità che scaldano il cuore e deliziano il palato in un tripudio di buonumore.
E se non si vuole proprio scegliere? Il menù degustazione è l’ideale.

Da non perdere. I mundeghili, le polpettine di carne della tradizione milanese con insalata brusca, cremoso di rucola e friggitelli – ottimi anche come antipasto, magari nell’attesa di un arrosto di vitello in casseruola o di una coscia di faraona ripiena alla Leccarda. Oppure le crocchette cacio e pepe o il baccalà alla veneta, questa volta fritto anziché in umido.

Servizio. L’ospitalità rispetta e rispecchia perfettamente lo stile del locale. Danesi, da buon padrone di casa, accoglie i clienti al loro ingresso e li accompagna con sapienti e garbati consigli durante tutta l’esperienza del suo “comfort food”.
In cucina lo chef Luca Ferrara reinterpreta creativamente i piatti della tradizione con uno spirito vivace e con la sua grande passione per l’eccellenza senza compromessi.
Il locale è per tutti: offre Wi-fi gratuito, accetta ticket restaurant a pranzo e agevola il parcheggio grazie a esclusive convenzioni con garage di zona. È aperto anche a pranzo dal lunedì al venerdì, mentre il sabato solo per cena.



Potrebbe interessarti anche