Fotografia

A Milano, la poesia del reale negli scatti di Toni Nicolini

Valentina Garola
28 settembre 2016
Marcia per la Sicilia Occidentale e per un mondo nuovo, 1967 © Toni Nicolini/ Archivio CRAF

Marcia per la Sicilia Occidentale e per un mondo nuovo, 1967 © Toni Nicolini/ Archivio CRAF

Fino al 23 Ottobre lo Spazio Forma Meravigli di Milano ospita la personale Poesia del reale. Fotografie di Toni Nicolini promossa e organizzata da CRAF Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia di Spilimbergo, in collaborazione con Fondazione Forma per la Fotografia.

Scomparso nel 2012, Toni Nicolini si configura come uno degli artisti italiani più importanti del secolo scorso, grazie ai suoi suggestivi reportage che, dagli anni Sessanta fino ai Duemila, hanno testimoniato i più significativi mutamenti della società italiana.

Storie di un vento e di una bambina, 1965 © Toni Nicolini/ Archivio CRAF

Storie di un vento e di una bambina, 1965 © Toni Nicolini/ Archivio CRAF

Agli albori della sua carriera fotografica, l’amore per il Sud lo aveva portato a seguire Danilo Dolci che marciava per l’acqua e contro le mafie: quello che ne scaturì fu un ciclo intenso e ricco di suggestioni, che ritraeva una Sicilia inedita e senza sole. Ma il successo arrivò nel 1963 quando, ormai professionista, fu notato per il racconto fotografico dal taglio sociologico sulle lotte contadine a Melissa in Calabria. Per molti anni, poi, Toni Nicolini ha partecipato alla realizzazione delle campagne fotografiche per i libri del Touring Club italiano, sia in Italia sia in Europa: dal 1974 al 1981 ha collaborato infatti per la collana “Attraverso l’Europa” e per quella successiva, “Attraverso l’Italia”, pubblicata nel 1990, fino al suo ultimo lavoro con Touring, nel 1994, con il volume Architetture nel Milanese, 1860-1990”. Oggi, l’archivio Nicolini è conservato dal CRAF per volontà della famiglia.

Sulla strada del Santuario di S.Maria delle Grazie, Mantova, 1973 © Toni Nicolini/ Archivio CRAF

Sulla strada del Santuario di S.Maria delle Grazie, Mantova, 1973 © Toni Nicolini/ Archivio CRAF

Un viaggio suggestivo testimone di realtà passate, dunque, che attraverso uno sguardo attento e partecipe, stempera il puro reportage in una narrazione poetica:“Nicolini è attento a quanto e a quanti lo circondano ma usa la fotografia ignorando gli echi delle derive neorealiste, seguendo una propria visione che ricompone le asperità, alla scoperta della poesia della vita”, scrive Giovanna Calvenzi.

La mostra è accompagnata da un ricco volume pubblicato da Contrasto, frutto di un lungo lavoro di selezione sull’archivio di immagini svolto da Cesare Colombo e Walter Liva.

 

Poesia del reale. Fotografie di Toni Nicolini
dal 15 settembre al 23 ottobre 2016
Forma Meravigli Via Meravigli 5, 20123 Milano
Orari: mercoledì, venerdì, sabato e domenica 11.00 – 20.00; giovedì 12.00 – 23.00; lunedì e martedì chiuso


Potrebbe interessarti anche