News

Acne Studios è sempre più cinese

Martina D'Amelio
9 Gennaio 2019

Un’immagine della SS19 di Acne Studios

Acne Studios è sempre più orientato verso la proprietà cinese. Il brand di origini svedesi infatti è al centro di una modifica della struttura del suo capitale.

Co-fondato nel 1996 da Jonny Johansson, il brand si è infatti separato per sempre da tre dei suoi azionisti (i fondi Öresund, Creades e Pan Capital) che sono stati sostituiti dal fondo d’investimento americano IDG Capital e dal gruppo di Hong Kong I.T Group. Nel dettaglio, Idg acquisirà il 30,1% del marchio svedese e I.T Group il 10, 9 per cento, per un totale del 41% della società. Il gruppo IDG Capital, fondato nel 1992, è specializzato in particolare negli investimenti in tecnologia, media e telecomunicazioni, e conta già nel suo portfolio colossi come Farfetch, Moncler e Baidu.

Mikael Schiller e Jonny Johansson, presidente e direttore creativo rispettivamente, rimangono i due azionisti di maggioranza di Acne Studios. Per ora. Il brand ha infatti precisato che i due hanno già diminuito la propria quota di partecipazione nel capitale.

L’operazione è stata gestita da Goldman Sachs International in qualità di consulente finanziario, ma non arriva di certo come un fulmine a ciel sereno. I.T Group collabora infatti da 15 anni con Acne Studios, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo del marchio in Asia, dove possiede un importante network di distribuzione delle proprie insegne (800 negozi nel mondo, di cui 700 tra Cina e Hong Kong).

Acne Studios ha sede a Stoccolma ed è noto per le sue collezioni ready-to-wear minimaliste uomo e donna. La label ha circa 50 negozi e un giro d’affari annuale di circa 200 milioni di euro: e la nuova partnership mira proprio ad ampliare il business. I termini economici dell’operazione non sono stati resi noti, ma la valutazione avrebbe sfiorato i 500 milioni di euro.

Per noi è un sogno. Jonny e io siamo eccitati di unire le nostre forze a nuovi partner che ci conoscono bene e apporteranno un’expertise supplementare per continuare la nostra avventura. Lavorando insieme, renderemo Acne Studios ancora più celebre”, ha dichiarato Mikael Schiller.

Intanto, il prossimo banco di prova per il marchio sarà la sfilata donna prevista il prossimo 20 gennaio durante la settimana della couture parigina.

 

 

 

 


Potrebbe interessarti anche