Woman

Ad ogni testa il suo

staff
2 gennaio 2012

Nonostante il momento non sia dei migliori per parlare di shopping e spese, il Natale appena trascorso ha visto il ritorno – sia sulle passerelle che per le strade – di un protagonista indiscusso della moda di ogni tempo e di ogni luogo, che sicuramente avrà riempito molti dei pacchi e pacchettini accatastati sotto l’albero. Un accessorio declinabile – e declinato – in ogni foggia e colore possibili, capace di dare carattere a chi lo indossa e modificarne completamente il look: signori e signore ecco a voi sua maestà il cappello!
Dai più semplici a quelli più stravaganti, dai modelli basici a quelli decisamente ingombranti e impegnativi, dai più colorati ai classici declinati nei toni neutri, da quelli invernali a quelli estivi; a tesa larghissima per avere fascino e mistero, di morbida lana per scaldare d’inverno, decorato da fiocchi e fiori per essere leziose, seriosamente nero per darsi importanza: il cappello è l’accessorio che tutti desiderano e che tutti possiedono.
Le celebrities anche in questo campo, ovviamente, non smettono mai di stupirci, lanciando delle vere e proprie mode: recentemente, ad esempio, l’attenzione dei media si è molto concentrata – fino a farsi decisamente insistente – sul look della neo Duchessa di Cambridge, spessissimo caratterizzato dalla presenza di adorabili copricapo che ne accentuavano l’eleganza e il fascino.
E’ tuttavia indiscutibile che quando si parla di cappelli la nostra mente colleghi automaticamente questo accessorio ad un unico nome: Giuseppe Borsalino, ovvero l’inventore dell’omonimo cappello. La produzione di questi storici accessori iniziò nel 1857 ed inizialmente imponeva l’uso esclusivo di feltro di pelo di coniglio per rendere i cappelli assolutamente morbidi oltre che resistenti. Il marchio all’estero si è poi esteso in ogni parte del globo, conquistando ampi mercati: da quello britannico della tradizionalissima city londinese, sino a quello oltreoceano, arrivando a competere con la John Stetson Company per i copricapi americani.
Quest’inverno il modello borsalino è decisamente tornato di moda: il passato torna a fare tendenza. Da quest’anno, però, oltre alle classiche nuances del nero, del grigio e del marrone, la storica azienda piemontese ha deciso di dare una rispolverata al proprio cavallo di battaglia, reinterpretandolo in chiave moderna e declinandolo in colori del tutto nuovi ed inusuali: rosa, prugna, rosso, senape, e addirittura a fantasie gialle e azzurre.
Da non dimenticare, infine, un altro must have tra gli accessori invernali: le cuffie. Caldissime quelle in lana ricamata e assolutamente trendy quelle in pelliccia di volpe o di visone.
Insomma, per difendersi dai rigori invernali senza dimenticare di curare il proprio stile, anche questo Natale e questo Capodanno è fondamentale trovare il giusto accessorio per per ogni testa!!
Vi auguro buone feste!

Stefania Riba


Potrebbe interessarti anche