Lifestyle

AdottaUnRagazzo.it: il primo sito di incontri a favore delle donne

Beatrice Trinci
17 Dicembre 2019
ADV

Si sa, nel mondo frenetico in cui ormai viviamo, tra ritmi serrati, impegni insormontabili, agende strabordanti e orari convulsi, ritagliarsi il giusto tempo da dedicare all’amore – o, perché no, anche a una semplice e fugace frequentazione – sembra quasi un’utopia. È sempre più difficile, infatti, trovare uno spazio tra la casa, il lavoro, il cane e gli aperitivi con gli amici, dove poter incastrare e sfogare il lato più sdolcinato o intraprendente di sé. Accade nelle grandi città, così come in quelle piccole.

Ma nessun problema, perché l’amore al tempo di Internet e dei social network ci offre miriadi di possibilità per trovare l’anima gemella.

In qualsiasi momento, ovunque siamo, anche comodamente seduti sul divano, sfiniti dopo una lunga giornata di meeting, telefonate e appuntamenti. In particolare, a correre in soccorso di tutti gli eterni romantici c’è AdottaUnRagazzo.it: la prima piattaforma d’incontri online, che grida a gran voce al girl power.

Nata a Parigi nel 2007, l’applicazione, che oggi vanta oltre 25 milioni di iscritti, si presenta come un sito dai ruoli invertiti e ribaltati: finiti i tempi in cui era l’uomo a fare la prima (non sempre gradita) mossa, qui sono le donne a dettare le regole in una sorta di boutique on-line che funziona pressoché come un qualsiasi altro e-commerce, solo rivisitato in chiave ironica, irriverente e pop. In altre parole, scorrendo tra una dettagliata cascata di categorie al maschile è lei la cliente che sceglie il “prodotto” da inserire nel suo carrello virtuale, prima di dare il via a un possibile flirt. Nessun algoritmo astruso, ma una ricerca minuziosa che si basa fondamentalmente sugli interessi in comune.

Perciò, per chiunque stia cercando un virtuoso, timido, tenebroso, nerd o affascinante principe azzurro 4.0, con cui trascorrere le ormai imminenti festività natalizie, dopo aver parlato degli infiniti neologismi che definiscono e descrivono l’amore del futuro (inserimento link precedente articolo), dal “ghosting” allo “scrooging”, dal “tuning” al “curving”, oggi vi sveliamo tutti i segreti e il modus operandi total pink di AdottaUnRagazzo.it.

Una volta iscritta, a ogni user al femminile viene chiesto di compilare una scheda profilo professionale, in cui inserire segreti, passioni, aneddoti, sfumature di sé, oltre a una dettagliata shopping wishlist, ossia la descrizione minuziosa e particolareggiata della persona che si sta cercando.

Così facendo, sarà più semplice e veloce compiere una ricerca mirata e, soprattutto, non basata esclusivamente sull’aspetto esteriore – poiché, ammettiamolo, siamo tutte stanche di ritrovarci a stretto contatto con body builder palestrati che se la cantano e se la suonano, annoiandoci mentre parlano rigorosamente in prima persona.

Così, da utenti attive, sarà facile attingere a un portale di possibili appuntamenti, pressoché infinito, per iniziare in tutta sicurezza una corrispondenza a portata di mouse. Tra le chiavi di flirt più gettonate del sito spicca la Ricerca Magica, a cui si può chiedere tutto quello che si vuole.

“Un dottorando in matematica surfista? Un dottore tatuato e amante del jazz? Un fisicato che ama gli animali e Netflix?”, come riportato dalla stessa piattaforma: insomma, su AdottaUnRagazzo.it ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età.

Ma dopo aver analizzato con chiarezza i metodi d’iscrizione in rosa, cosa accade ai maschietti? Come fanno gli uomini a diventare parte attiva di questi futuri, possibili amori? Semplice: iscrivendosi per perfect date to be, i potenziali lui potranno acquistare un pacchetto di incantesimi, pronti ad essere lanciati per avere la possibilità di iniziare una conversazione. Nello specifico, gli incantesimi sono lo strumento con cui il ragazzo può magnetizzare, sedurre e cercare di conquistare la donna, facendo noto ed esplicito il suo interesse.

Sta, poi, al gentil sesso accettare oppure rifiutare l’approccio digitale, poiché, come è ormai chiaro, su AdottaUnRagazzo.it è lei a portare i pantaloni.

Perciò, in caso negativo il ragazzo non avrà più modo di contattarla, altrimenti, nell’ipotesi più rosea e felice, laddove dovesse sorgere un qualsiasi interesse da parte di entrambi, sarà tempo di dare via al flirt!

Un servizio sicuro e altamente controllato, che segue e tutela le donne dal momento dell’accesso fino a quello dell’effettivo appuntamento. È per questo motivo che la piattaforma ha deciso di rendere il portale a pagamento (solo) per gli uomini, così da mantenere un servizio premium esclusivo a favore del forte esercito tinto di rosa. Un portale libero da pubblicità invasiva, pregiudizi arcaici, pericoli e paura, dove sentirsi al sicuro, alla larga da maschi birbanti e dagli oscuri catfish del web che si nascondono dietro allo schermo.

D’altronde, partendo dal concetto di Jules Renard “Il femminismo non è contare sul Principe Azzurro”, sono ormai più di 10 anni che AdottaUnRagazzo.it lotta per rimettere un po’ di meritato potere in mano alle donne, che ora hanno il coltello dell’amore dalla parte del manico, sempre più cariche di autostima e fermezza – anche nelle questioni di cuore. Molto lontano dall’obsoleto concetto del Prince Charming che salva la principessa, oggi sono le donne a prendere le redini alla ricerca di uguaglianza, sicurezza, possibilità di scelta e autocelebrazione, andando così a cancellare quel vecchio e polveroso concetto di un mondo popolato esclusivamente da uomini assetati e donne timorose.

È questa chiara inversione dei ruoli ad aver conferito un grande successo mediatico al portale, tanto da fargli vincere, in Francia, il premio “Sito dell’Anno” e quello come “Sito di incontri più popolare” in Spagna.

Perciò, cosa aspettate? Anche in vista del Natale, tra brindisi, regali, luci e abbuffate, a supportare e sostenere tutte le donne alla ricerca del date ideale con cui condividere un appassionato attimo sotto al vischio ci pensa AdottaUnRagazzo.it, il vostro cupido virtuale per scintille di passione a portata di click!



Potrebbe interessarti anche