Cinema

Alicia Vikander è la nuova Lara Croft

Michela D'Agata
22 marzo 2018

Diretto da Roar Uthaug Tomb Raider è l’atteso prequel-reboot della ben nota saga sull’eroina Lara Croft, precedentemente interpretata da Angelina Jolie.

È la carismatica Alicia Vikander (vincintrice dell’Oscar come miglior attrice non protagonista nel 2016 per The Danish Girl) a vestire ora i panni della ventunenne Lara Croft: una ragazza ordinaria che frequenta l’università e che fa consegne in bicicletta per potersi pagare l’affitto poiché cocciutamente rifiuta di accettare l’eredità del padre Richard Croft, magnate e studioso partito sette anni prima per un viaggio e mai più tornato. Dopo aver ricevuto un misterioso scrigno con all’interno un enigma da risolvere Lara decide di mettersi sulle tracce del padre scomparso.

Destinazione: un’isola sconosciuta al largo del delle coste giapponesi in cui è situata una tomba maledetta, ultima meta di Richard. Quali avventure la aspetteranno su quest’isola misteriosa?

Questa pellicola si discosta sostanzialmente dalle due della precedente saga, più che un sequel possiamo definirlo una vera e propria rivisitazione del personaggio di Lara. Non solo è maggiormente indagato il problematico rapporto con il padre, anche perché questo film è ambientato temporalmente prima degli altri due, ma anche a livello introspettivo il personaggio è maggiormente evoluto: la nuova Lara non è più l’eroina sexy e prorompente interpretata dalla Jolie ma ha caratteristiche più umane e reali. È una ragazza tosta, cocciuta e sfrontata, con una volontà di ferro, ma al contempo capace di mostrare le sue fragilità e i suoi sentimenti senza avere paura di farlo. L’idea di base dei produttori forse non era solo quella di riportare nelle sale la saga ma anche di avvicinare visivamente il personaggio di Lara a quello del videogioco omonimo (uno dei più venduti della storia) che ha dato vita al personaggio stesso e da cui poi è stato successivamente tratto il film.

La pellicola non brilla per trama o regia, i colpi di scena sono ben pochi e tutto quello che accade risulta abbastanza prevedibile, ma un grandissimo merito va riconosciuto per la scelta del cast per la protagonista. L’atletica e versatile Alicia Vikander, che si è sottoposta ad durissimi allenamenti per mettere su i 5 kg di muscoli necessari per la parte, dimostra di essere perfetta per il ruolo, un po’ ragazza della porta accanto e un po’ “badass”, tiene in piedi l’intero film che risulta essere nel complesso un buon blockbuster d’azione.


Potrebbe interessarti anche