Lifestyle

Altro che brioches! Maria Antonietta va all’asta

Beatrice Trinci
13 novembre 2018

Arriva a Ginevra, domani 14 novembre, una collezione di gioielli dal valore inestimabile: Sotheby’s metterà, infatti, all’asta alcuni preziosi appartenuti a Maria Antonietta d’Asburgo-Lorena, grande protagonista ‘700 francese, Regina e sposa di Luigi XVI.

Molti ricorderanno quella che è stata senz’altro la più celebre sovrana d’oltralpe nell’omonimo film firmato da Sofia Coppola, stesa su un’elegante chaise longue in stile barocco, mentre con frivolezza e un tocco di menefreghismo prova leziose scarpette e si abbuffa di dolcetti dalle tonalità pastello, invitando il suo popolo a mangiare brioche al posto del pane che scarseggia. Molti meno ricorderanno invece i suntuosi gioielli che la Regina – quella vera – era solita indossare.

Si intitola “Royal Jewels from the Bourbon Parma Family” l’evento che metterà all’asta i preziosissimi collier e diamanti appartenuti a Maria Antonietta (e a molte altre fortunate nella storia di Francia), che verranno mostrati per la prima volta in pubblico dopo 200 anni. La vendita attraverserà secoli di storia, dal regno di Luigi XVI fino alla caduta dell’Impero austro-ungarico, tra ricchezza, politica e tragedia, in un prezioso percorso che racconta attraverso il luccichio di diamanti e pietre rare il prestigio e la magnificenza di una tra le più importanti dinastie reali europee, quella dei Borboni di Parma.

La collezione comprende, tra le altre, una collana di 119 perle naturali, una parure composta di 95 diamanti e diverse spille incastonate di rubini e altre gemme. Ça va sans dire, il tutto per cifre esorbitanti.

“Questa è forse la più importante collezione reale mai apparsa sul mercato – ha dichiarato Daniela Mascetti, Vicepresidente di Sotheby’s Jewellery Europe – Mai presentato in pubblico, questo straordinario gruppo di gioielli offre un avvincente spaccato della vita dei suoi proprietari e della loro storia. Ciò che colpisce maggiormente è la bellezza intrinseca dei pezzi stessi: la preziosità delle gemme e l’eccezionale maestria di manifattura, li rendono straordinari a tutti gli effetti”.


Potrebbe interessarti anche