Alberghi

Anche in estate è social mania: i 5 hotel più instagrammabili del mondo

Silvia Ragni
11 Luglio 2019

Nell’era dei social, anche il concetto di vacanza è stato completamente rielaborato. E con i selfie che immortalano gran parte della nostra vita, le location acquistano sempre più importanza: se riescono a stupire, a meravigliare, a “catturare”, tanto meglio. Ben vengano, quindi, panorami e locali dal potente impatto visivo e scenografici al massimo.

Non è un caso che per definirli sia stato coniato un aggettivo, “instagrammabile”, che la casa editrice americana Merriam-Webster ha addirittura incluso in uno dei suoi noti dizionari. “Instagrammabile”, dal verbo “instagrammare”, è – come ben sapete – tutto ciò che, una volta pubblicato su Instagram, risulta accattivante al punto tale da farci fare l’en plein di like. Paesaggi mozzafiato, colori seducenti, design iconici e originali diventano, di conseguenza, i punti di forza imprescindibili delle foto postate sul social che affida alle immagini un ruolo predominante. Tornando all’argomento vacanze, un sondaggio ha evidenziato che una persona su sei sceglie l’hotel e le mete di viaggio in base al loro quoziente di instagrammabilità: non stupisce che immortalare location spettacolari si tramuti in un must non solo per ottenere scatti memorabili, bensì per sbalordire un pubblico connesso pressoché full time.

Ma quali sono gli Hotel più instagrammabili del mondo? Ne abbiamo selezionati cinque, tutti tassativamente a prova di social.

Il Wi-Ki-Woo Hotel di Ibiza: vacanze in total pink
È il più instagrammato del 2019: facciata e interni di design sembrano fatti apposta per essere fotografati. Ma la peculiarità di questo iconico hotel ibizenco è quella di aver scelto il rosa come sua tonalità distintiva. Una scelta che, data l’alta concentrazione di palme che circondano la struttura, accentua una certa allure “tropicale”. Potremo essere a Miami, e invece no: siamo su un’isola altrettanto cool, la più festaiola e vivace del Mediterraneo. Ibiza, appunto. Il Wi-Ki-Woo sottolinea il suo mood unconventional tramite interni eccentrici che affiancano il color giada al rosa e si ispirano stilisticamente all’Art Déco. Collocato sulla costa di San Antonio, dove si può godere di uno dei più suggestivi tramonti dell’Isla Blanca, l’hotel vanta un bar e un ristorante fronte mare che, di notte, si illuminano di fucsia, mentre la piscina è un vero e proprio inno al total pink.

L’Icehotel di Jukkasjärvi, in Svezia: la Regina dei Ghiacci dell’hôtellerie
Sorto nel 1989 a Jukkasjärvi, 200 km a nord del Circolo Artico, l’Icehotel è una struttura ricettiva e uno straordinario spazio artistico al tempo stesso. Interamente composto di ghiaccio e neve compattata, viene ricostruito ogni inverno; dal 2016, tuttavia, l’Icehotel 365 edificato al suo fianco permette di soggiornare in un incantevole palazzo glaciale tutto l’anno. I blocchi ghiacciati adoperati per la realizzazione dell’hotel vengono rinvenuti nei pressi del fiume Torne, dopodiché si assemblano fino a dar forma a una dimora nella quale persino gli arredi sono rigorosamente “made of ice”. Ad idearli sono artisti del ghiaccio provenienti dal panorama internazionale, solitamente una quarantina: il risultato è a dir poco fiabesco. Colonne, intagli, sculture, fiocchi di neve enormi e “ricami” cristallizzati rendono l’Icehotel un autentico capolavoro. Tutto da fotografare, of course.

“The Muraka” del Conrad Maldives Rangali Island, alle Maldive: incomparabili suggestioni subacquee
Il Conrad Maldives Rangali Island, resort maldiviano extralusso, è una vera e propria star di Instagram: chi non ricorda il suo ristorante subacqueo dove si pasteggia immersi nell’Oceano Indiano, con la visuale di pesci esotici e coralli? Non c’è bisogno di dire che, nella classifica delle location più instagrammate del 2018, figurasse in top ten. Oggi, è ancora una volta una delle sue strutture a ricevere un tripudio di like. Il Conrad ha infatti inaugurato “The Muraka”, una villa sull’acqua dotata di uno spettacolare piano sotterraneo: si tratta di una suite sottomarina che, come il ristorante, vanta pareti in vetro acrilico attraverso le quali è possibile ammirare le meraviglie degli abissi. La sua capienza è di nove ospiti e il personale di servizio include un maggiordomo presente 24 ore su 24. Il costo di questa esperienza da sogno? Per una notte 50 mila dollari.

L’Hotel Barcelò di Malaga: un Surrealismo ad alto tasso di design
Sfoggia un design del tutto unico, avanguardista e vagamente surrealista, considerati certi suoi specchi che ricordano il famoso divano Mae West daliniano. Basterebbe questo per farlo svettare al top delle location più instagrammabili, ma l’Hotel Barcelò di Malaga è molto di più: 221 camere progettate secondo il concetto B-room, un ristorante all’insegna della cucina contemporanea, un solarium con piscina (il B-Heaven Relax & Ambience) all’ ottavo piano dove si gode di un’impareggiabile vista dello skyline di Malaga e soprattutto una reception straordinaria, che coniuga il design impeccabile con un lungo e giocosissimo scivolo d’acciaio, la EDHA (Estructura Deslizante para Humanos Atrevidos, ovvero “struttura a scivolo per umani coraggiosi”), trait d’union tra la hall e il primo piano. State già pensando a come potreste immortalarla?

Il Marina Bay Sands di Singapore: quando la piscina si affaccia sui grattacieli
Se amate l’esclusività abbinata ad una scenografia unica, optate per il Marina Bay Sands di Singapore. Collocato sulla baia dove sfocia il Singapore River, questo stupefacente resort ospita il terzo Casinò più vasto del mondo ed è costituito da tre grattacieli avveniristici (a forma di carte da gioco) sormontati da un’immensa piattaforma, la Sands SkyPark. Per darvi un’idea della maestosità del Marina Bay Sands, possiamo dirvi che include un hotel di 2560 camere, un Museo dell’Arte e della Scienza, innumerevoli bar e ristoranti, un centro commerciale, boutique di prestigiose griffe internazionali, un teatro, uno sport center, una sala convegni e moltissimi altri spazi ancora. Ma non è finita qui. Basti pensare che la Sands SkyPark vanta la infinity pool più alta del globo: costeggiata dalle palme, si affaccia sui grattacieli di Singapore. Che dite, è sufficientemente instagrammabile?



Potrebbe interessarti anche