Food

Art de la table: brunch pasquale

staff
30 marzo 2013


Per questa Pasqua Laura e Mariangela si sono lasciate ispirare dalla primavera in arrivo e dai colori tenui, dagli oggetti rispolverati e riscoperti e dal profumo dei fiori, rivisitando il tutto in chiave vintage. Ecco quindi un’idea originale per dare alla tavola di Pasqua un tocco chic, senza però rinunciare a un pranzo all’aria aperta, magari scaldati dal tepore di qualche leggero raggio di sole. Ecco a voi il brunch pasquale!

Questa è l’occasione perfetta per rispolverare il servizio da tè della nonna e la cara e vecchia tovaglia ricamata. Noi abbiamo scelto una tovaglia bianca, classica, con pochi e semplici ricami.
Ma diamo spazio alla creatività: una cornice barocca può diventare all’occorrenza un vassoio un po’ rétro. Abbiamo inserito al posto di una foto una carta fantasia con piccoli fiori disegnati, dai colori tenui e delicati. Come segnaposto abbiamo usato piccoli bastoncini di zucchero cristallizzato.
Non può mancare infine un decoro floreale, in accordo col paesaggio che ci circonda: abbiamo sistemato dei bellissimi ranuncoli bianchi in due vasetti di vetro delle marmellate e li abbiamo posizionati, insieme a delle candele bianche, su un’alzatina per dolci.
Buona Pasqua!
Laura e Mariangela

Le originali idee décor sono state gentilmente suggerite da Laura Ferrari, Wedding Planner che ha sviluppato, accanto ad un percorso professionale nel mondo delle relazioni pubbliche e della comunicazione, una grande passione per l’organizzazione di piccoli e grandi eventi. Laura si occupa di cercare soluzioni originali e creare dettagli esclusivi e personalizzati che possano rendere ogni evento unico e indimenticabile. Il suo blog, laweddy.blogspot.com è una vetrina di idee e ispirazioni, uno spazio in cui raccoglie e condivide i suoi appunti creativi.
Mariangela Chinellato è mamma, blogger e appassionata di fotografia a tempo pieno. Vive in una cascina in mezzo alla natura. Ama i suoi animali, le cose semplici e la sua casa, che cura nei dettagli. Nel suo blog thecoloursoftheseasons.blogspot.it racconta tutto questo.


Potrebbe interessarti anche