News

Assistere a una sfilata? Alla London Fashion Week basta pagare il biglietto

Martina D'Amelio
19 Luglio 2019

Il finale della sfilata Burberry SS19

Assistere a una sfilata in prima fila non è più solo un’esclusiva riservata agli addetti ai lavori più blasonati. Il British Fashion Council infatti ha dichiarato che la prossima London Fashion Week sarà aperta a tutti coloro che potranno permettersi un biglietto.

La settimana della moda di Londra, in programma dal 13 al 17 settembre prossimi, si prepara ad aprire i battenti al grande pubblico secondo una modalità inedita. Come spiega una nota divulgata dalla Camera della moda inglese, basterà pagare un ticket per partecipare a uno dei defilé previsti nei sei slot a pagamento che si avvicenderanno tra sabato 14 e domenica 15. Questi i giorni prescelti per dare una corsia preferenziale ai commoners, che potranno così accedere a show, presentazioni ed eventi nell’hub ufficiale della manifestazione. Con 135 sterline il pubblico potrà non solo assistere alle sfilate, ma anche visitare il DiscoveryLab, uno spazio esperienziale improntato alla moda, all’arte, alla musica e alla tecnologia, #PositiveFashion, il salone dedicato alla sostenibilità e la Designer Exhibition, location destinata ai brand di ricerca.

Voglia di front row? Allora bisognerà aggiungere al prezzo base circa il doppio: 245 sterline è infatti la cifra richiesta per un posto in prima fila.

La pratica ha dei precedenti: basti ricordare i concorsi indetti su Instagram da Givenchy per vincere un invito e ai fashion show open di Tommy Hilfiger.

E se ancora non è stato diramato il calendario ufficiale della manifestazione, il sito del British Fashion Council ha già aperto una pagina nella quale è possibile prenotare gli inviti per i sei show di cui ancora non si conoscono i protagonisti: non resta che affrettarsi per guadagnare l’agognato posto al sole, considerati i nomi della London Fashion Week, tra cui spiccano Burberry, JW Anderson, Victoria Beckham e Cristopher Kane.



Potrebbe interessarti anche