News

Balmain sbarca a Milano e punta sulla Couture

Martina D'Amelio
29 gennaio 2018

Uno scatto della campagna dedicata alla nuovissima The 44 François Premier Collection di Balmain

Si fa sempre più vicino lo sbarco di Balmain a Milano: il marchio guidato da Olivier Rousteing inaugurerà la prima boutique italiana, già in cantiere, in primavera.

Da quando Massimo Piombini è diventato ceo del marchio nell’orbita del fondo del Qatar Mayhoola Group ad aprile 2017, la mission è una sola: espandersi a livello retail. E proprio il Quadrilatero milanese rappresenta la prima tappa di questa crescita: sono già comparse le prime insegne in via Montenapoleone, poco distante dall’angolo con via Manzoni, a fianco dello store Ermenegildo Zegna. L’apertura ufficiale è prevista per aprile 2018 e segue a livello europeo quelle di Parigi e Londra, mentre è già in previsione una boutique a Miami a novembre 2018.

D’altronde, la nuova strategia in campo retail, che vede in previsione l’apertura di 30 negozi nei prossimi 5 anni, non è l’unica novità annunciata dal brand di recente. All’ultima Paris Couture week appena conclusa l’eccentrico direttore creativo ha dichiarato che presto arriverà The 44 François Premier Collection, una linea femminile focalizzata sugli abiti da sera e ispirata all’archivio di Pierre Balmain. “In questi anni ho sempre preso spunto dal grande patrimonio della Maison, utilizzando le tecniche Couture del nostro atelier. Allo stesso tempo, però, la mia visione puntava al futuro”, ha spiegato Rousteing. “Vista l’altissima domanda di abiti per il red carpet ho deciso di puntare i riflettori esclusivamente sul patrimonio unico di Pierre Balmain. Con questa nuova collezione avrò la possibilità di tornare agli albori, con l’obiettivo di creare pezzi unici”. E cresce l’attesa per il docu-film dedicato proprio alla sua persona: The Wonder Boy, che sarà girato negli atelier parigini della Maison da Matt Tymauer e sarà presentato l’anno prossimo al Festival del Cinema di Cannes. Non resta che vedere i frutti di questa Balmain Revolution.


Potrebbe interessarti anche