Arte

Banksy: l’anonimo graffittaro va in mostra al Mudec

Elisa Monetti
24 novembre 2018

Banksy (2003), Love Is In the Air (Flower Thrower), Butterfly Art News Collection Butterfly Art News Collection

Al Mudec – Museo delle Culture di Milano, arriva uno dei più misteriosi, amati e chiacchierati artisti del panorama contemporaneo: Banksy, le cui opere vengono per la prima volta ospitate da un museo pubblico.

Visitabile fino al 14 aprile, “A Visual Protest, the art of Banksy” rappresenta il fiore all’occhiello del complesso progetto scientifico delle Geografie del futuro, che indaga il tema del sapere geografico non solo dal punto di vista dei territori, ma anche da quello degli uomini e delle culture.

Le opere di Banksy si armonizzano perfettamente con queste tematiche rappresentandone addirittura un punto di cerniera: lo street artist tratta infatti in ogni sua opera di etica e pensiero umano e sceglie di farlo nei luoghi di più diretto contatto con il territorio, le strade.

Attorno alla figura di Banksy aleggia da sempre un mistero molto fitto,  tanto da fare di lui quasi una leggenda vivente. D’identità ancora incredibilmente ignota per sua precisa scelta, l’artista inglese nasce a Bristol e lì trova le radici del suo linguaggio. Ad oggi non si sa molto di lui – se non ciò che lui stesso tiene a far sapere. La sua arte, in costante bilico tra libera espressione e vandalismo, nel corso del tempo è arrivata a toccare i più diversi luoghi del pianeta, dalle grandi metropoli europee, come Parigi, fino ai territori di guerra, come la Palestina.

  • Banksy (2002), Mosquito, Artificial Gallery, Antwerp, © Artificial Gallery, Antwerp

  • Banksy (2015), Rat and Heart, Artificial Gallery, Antwerp © Artificial Gallery, Antwerp

  • Banksy (2009), Donut Chocolate, Collezione privata Milano, © Photo Marta Carenzi

  • Banksy (2004) Girl with Red Balloon, Butterfly Art News Collection, Butterfly Art News Collection

  • Banksy (2003), Flying Copper, Butterfly Art News Collection, Butterfly Art News Collection

  • Banksy (2003), Rude Copper, Butterfly Art News Collection, Butterfly Art News Collection

Vuoi per il personaggio, vuoi per le sue opere, Banksy è ad oggi uno degli artisti più amati dal pubblico e, soprattutto, più quotati – nonostante non manchi occasione per manifestare il disprezzo che riserva al mercato dell’arte.

Il Mudec lo racconta in una mostra – non autorizzata – che viene articolata secondo le tematiche maggiormente care all’artista. Si comincia con una sala introduttiva che mostra il mondo di proteste e subbugli del secondo ‘900, i cui principi spesso di riflettono nelle opere dell’artista: l’attenzione alle città, la psicografia (teoria per la quale la vocazione dell’artista a parlare con l’uomo lo deve necessariamente portare ad eleggere la strada come tela da dipingere), il tema del plagio e del diritto d’autore, che ripetutamente, anche grazie ad uno stile facilmente imitabile, Banksy mette in discussione.

Si passa poi al tema della ribellione. Ribellione che l’artista vive contro pressoché qualsiasi forma di istituzione, intese tutte come lunghe e acuminate dita della mano del Potere. In questa parte sono protagonisti i celeberrimi rats che, organizzati in bande di anarchici roditori vivono e proliferano nel ventre segreto della città, diventano metafora dell’artista ribelle.

Segue la sezione dedicata ai “giochi” di guerra, nella quale si concentrano tutte le opere di spirito pacifista contro l’industria bellica e uno sfruttamento malsano dei territori.

Infine il consumismo, inteso come morte del contenuto per amore del contenente, in questa parte si ritrova lampante la critica al mercato dell’arte.

Non solo arte visiva, ma anche cinema e musica: in mostra è possibile apprezzare un documentario creato appositamente da Butterfly Art News, ma anche ascoltare alcuni brani di dischi alle cui copertine ha lavorato l’artista stesso.

In chiusura uno spazio multimediale mostra tutti i luoghi in cui Banksy ha lavorato, un vero giro del mondo attraverso la street art.

 

 

A Visual Protest, the art of Banksy
21 novembre 2018 – 14 aprile 2019
MUDEC Museo delle Culture di Milano – Via Tortona 56, Milano
Orari: lunedì 14.30-19.30 / martedì, mercoledì, venerdì, domenica 09.30-19.30 / giovedì, sabato 9.30-22.30

 

 


Potrebbe interessarti anche