News

Bianca Balti ed Elio: un inedito duo per Ovs Arts of Italy

Virginia Francesca Grassi
3 settembre 2018

Ormai è praticamente una tradizione: la moda low cost di Ovs calca i red carpet più blasonati. Ambasciatrice d’eccezione del marchio, una supertop come Bianca Balti.

Questa volta la modella ha sfilato sul tappeto rosso della 75ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia sfoggiando un abito della collezione Ovs Arts of Italy: l’outfit – mozzafiato – è ispirato alla Traviata di Giuseppe Verdi, con camicia bianca e gonna rossa in taffetà a balze rosso rubino, mentre i gioielli sono Chopard e le scarpe Alevì.

Ed ecco la sorpresa: con lei, un accompagnatore tanto curioso quanto inedito, Elio di “Elio e le Storie tese”. Lui è avvolto in un fiammante tabarro rosso sopra un impeccabile frac, come se fosse appena uscito da un’elegante serata a teatro.

Del resto, chi meglio di questo insolito duo per farsi portavoce di Arts of Italy? Il progetto, giunto ormai alla sua terza edizione, si propone infatti di valorizzare i capolavori del patrimonio artistico-culturale italiano: quest’anno la capsule è stata dedicata al mondo del teatro e dell’opera lirica e ha visto proprio Elio nelle vesti di speciale “curatore artistico”. Il cantante, compositore e attore è stato inoltre assoldato per fare da guida ai cinque giovani talenti ammessi ad “Amadeus Factory”: al termine del talent dedicato ai giovani musicisti dei Conservatori Italiani, i più meritevoli potranno aggiudicarsi una delle prestigiose borse di studio Ovs Arts of Italy, per perfezionarsi e continuare a studiare post-diploma.

Per questa edizione del progetto – racconta Davide Rampello, direttore artistico di OVS Arts of Italy – abbiamo scelto di valorizzare un’eccellenza culturale italiana che appartiene al grande patrimonio dei beni culturali viventi: il teatro lirico, fiore all’occhiello della nostra tradizione artistica e artigiana, è infatti ancora un mondo vivo e affascinante che si distingue per la caratteristica e la ricchezza unica di condensare in sé una straordinaria molteplicità e varietà di arti e di mestieri, dalla musica al canto, dalle maestranze tecniche alle professionalità creative, in cui l’Italia, il paese che accoglie il più alto numero di teatri al mondo, vanta, ieri come oggi, un primato assoluto“.

Ecco allora che per i capi e gli accessori femminili diventano protagoniste e fonte di ispirazione le grandi eroine delle più importanti opere italiane: Anna Bolena di Gaetano Donizetti, I Capuleti e I Montecchi di Vincenzo Bellini, La Cenerentola di Gioacchino Rossini, Madama Butterfly di Giacomo Puccini, La Traviata di Giuseppe Verdi. Mentre per lui domina il classico dress code maschile ottocentesco, lo stesso del pubblico dell’Opera, ma sapientemente rivisitato in chiave moderna: il tabarro in lana, nero o rosso vermiglio, si abbina al frac ed allo smoking, accessoriato con tanto di papillon e tuba.

Quello sul red carpet veneziano è stato solo un assaggio, ora siamo in attesa del resto: la collezione sarà in vendita dal prossimo 22 settembre in alcuni store selezionati e online. Scoprila nella gallery!

 


Potrebbe interessarti anche